rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Morto Ermanno Pieroni, fu direttore sportivo dell'Acr Messina durante la gestione Massimino

Nella città dello Stretto tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio dei Novanta si fece conoscere per le sue qualità dirigenziali e di scopritore di giovani talenti


E'morto Ermanno Pieroni. L'ex direttore generale dell'Arezzo nelle ultime settimane ha dovuto lottare contro un grave problema di salute ma, nonostante la sua proverbiale combattività, non è riuscito a vincere la battaglia. Lascia la moglie Mariolina e la piccola Letizia di pochi anni, oltre agli altri 4 figli avuti in passato. Pieroni è molto conosciuto anche a Messina per essere stato il direttore sportivo dell'Acr durante la gestione presidenziale di Salvatore Massimino. Proprio a Messina si fece conoscere per le sue qualità dirigenziali nel calcio che conta tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio dei Novanta durante gli anni di serie B prima della partenza di Franco Scoglio a Genova.  Pieroni è rimasto sempre legato alla città dello Stretto. 

Morto l'ex direttore generale dell'Arezzo Pieroni

Classe 1945, Pieroni ha legato il suo nome a tante società calcistiche in Italia, compreso l'Arezzo dove ha lavorato dal 2005 al 2007 in serie B e dal 2017 al 2019 in serie C. Nel suo primo biennio, da consulente esterno, portò sulla panchina amaranto Gustinetti, Conte e Sarri, sfiorando la serie A al primo tentativo e lasciando prima della retrocessione della stagione successiva.

Originario di Jesi, ex arbitro di calcio, ha costruito le sue fortune calcistiche non solo a Messina ma pure aTaranto e Ancona dove fu anche il presidente e soprattutto Perugia dove si legò alla famiglia Gaucci in modo viscerale, lavorando a stretto contatto con Luciano e poi con i figli Alessandro e Riccardo. In amaranto, chiamato per la prima volta da Piero Mancini, portò proprio da Perugia due giocatori destinati a salire in serie A come Ranocchia e Floro Flores. Ma in quella rosa ce ne erano molti che poi fecero il salto: Carrozzieri, Antonini, Raimondi solo per citarne tre. L'anno successivo le cose andarono meno bene e, anche a causa della penalizzazione per il coinvolgimento in calciopoli, la squadra finì in serie C. Pieroni già da qualche settimana si era comunque defilato. Il suo ultimo biennio è stato caratterizzato dalla semifinale play-off raggiunta nel 2019 e dal torneo più anonimo e complicato che la pandemia chiuse in largo anticipo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Ermanno Pieroni, fu direttore sportivo dell'Acr Messina durante la gestione Massimino

MessinaToday è in caricamento