Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Addio al gelatiere Mimmo Galimi, quando in fondo al viale c'era la tappa obbligata dal Re del gianduia

E' morto a settant'anni un gentiluomo e maestro di gelateria che ha mosso i primi passi al fianco del padre pasticciere nel primo punto vendita a Provinciale. L'exploit negli anni Settanta

E’ morto a settant’anni Mimmo Galimi, gentiluomo e maestro di gelateria conosciuto come il “Re del gelato al gianduia”.

Nasce a Provinciale la prima pasticceria Galimi, fondata dal padre pasticciere. Tutti i ragazzi dell'epoca andavano lì a mangiare le mitiche pesche e i viennesi. Cresciuto al fianco del papà, Mimmo Galimi, nei primi anni Settanta, insieme alla sorella, fonda la pasticceria sul viale San Martino. Là nasce il gelato Galimi e sarà per tutti il “Re del gelato al gianduia”.

A quei tempi sul viale San Martino centinaia di messinesi si riversavano per le cosiddette vasche che hanno ispirato anche la celebre canzone “In fondo al viale” dei Gens. Ma non c'era vasca che non avesse una fermata da Mimmo per un gelato gianduia con panna sotto e sopra.

Inarrivabili i suoi schiumoni. Da anni, Mimmo Galimi si era trasferito a Milazzo per gestire insieme alla moglie l’attività del figlio Arturo in via Cumbo Borgia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al gelatiere Mimmo Galimi, quando in fondo al viale c'era la tappa obbligata dal Re del gianduia

MessinaToday è in caricamento