Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus e vaccini, Musumeci: "Siamo preparati al peggio"

Il presidente della Regione è intervenuto a Sky tirando un bilancio su vaccinazioni degli over60 che vedono l'isola ultima in Italia e personale scolastico dove i numeri del governo sono differenti da quelli dell'assessorato alla Sanità. Critiche ai medici di famiglia

"Siamo preparati al peggio": a dirlo sulla gestione della pandemia il presidente della Regione Nello Musumeci intervenuto nel pomeriggio su Sky. La Sicilia - secondo le cifre governative - è ancora in difficoltà per le vaccinazioni degli over60. "Noi ci muoviamo su due binari: l'opera di persuasione e dall'altra parte ci prepariamo al peggio - ha affermato Musumeci - i numeri sono ancora dalla nostra parte e non presentano al momento criticità, oggi siamo a 29 posti letto di Terapia intensiva occupati, siamo portati a immaginare che ad agosto la tendenza non si arresti per il desiderio di stare assieme che pone in secondo piano il rispetto delle regole, non siamo preoccupati ma occupati a prepararci al peggio".

Capitolo scuole: secondo il governo sono 60mila, secondo la Regione Sicilia sono 24mila gli addetti del personale scolastico non vaccinati: "Mi sembra un paradosso questa differenza di dati dai nostri, stiamo lavorando venendo incontro alla gente contro i riottosi al vaccino, contro i no vax non sappiamo come fare, noi continuamo a dire che bisogna vaccinarsi, il certificato verde sarà rilasciato con appositi sportelli". In Sicilia gli over60 non vaccinati sono 330mila, è la regione ultima in Italia per questa fascia di età: "Noi confidavamo molto nei medici di famiglia, loro possono andare a cercarli fino a casa, c'è stato un impegno solo di una minoranza ma non c'è stato il sostegno della maggioranza dei medici di base - ha risposto Musumeci - posso dire che qualcuno non ha avvertito il senso etico della necessità di impegnarsi, più di lanciare appelli noi governatori cosa possiamo fare? Abbiamo aperto anche hub nei piccoli Centri, abbiamo fatto una convenzione con le farmacie, abbiamo fatto vaccinazioni nelle isole minori, le abbiamo speriamentate tutte contro chi non vuole vaccinarsi che oggi costituiscono un pericolo, i giovani invece stanno affollando gli hub e sono molto contento di questo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e vaccini, Musumeci: "Siamo preparati al peggio"

MessinaToday è in caricamento