Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Il neonato di due mesi arrivato morto al Policlinico, la Procura ricostruisce gli ultimi istanti di vita

A stabilire le cause del decesso di Chen Ming ze sarà l'autopsia. Il sostituto Bonanzinga conferirà l'incarico giovedì 20 aprile

La gioia di una famiglia che aveva accolto da due mesi la nascita del primogenito Chen Ming ze, distrutta per sempre dalla tragica morte del piccolo. Non si danno pace i genitori del neonato di due mesi che abitava in via Manzoni e che lunedì nel primo pomeriggio è arrivato morto al Pronto soccorso pediatrico del Policlinico di Messina. I medici hanno provato a rianimarlo ma per il bambino non c'è stato niente da fare. Una tragedia che ha sconvolto tutta la città e in particolare la comunità cinese di Messina, affranta e incredula per quanto accaduto.

Mamma e papà, una giovanissima coppia di lavoratori, operano da anni nel settore del commercio. A ricostruire gli ultimi istanti di vita del piccolo ci penserà la Procura di Messina che ha aperto un fascicolo contro ignoti come atto dovuto dopo la segnalazione da parte del nosocomio in cui è arrivato Chen Ming ze. Il sostituto procuratore Francesca Bonanzinga conferirà al medico legale Giovanni Andò giovedì 20 aprile l'incarico per eseguire sul corpicino del neonato l'autopsia così da stabilire le cause del decesso.

Secondo quanto raccontato dal legale della famiglia, l'avvocato Nino Cacia, i genitori stavano pranzando in un'altra stanza rispetto a dove il bambino riposava. Quando la mamma di Chen Ming ze è andata a controllarlo, ha capito subito che qualcosa nel figlio non andava e ha allertato immediatamente il 118. "Il bambino apparteneva a una famiglia per bene e niente lascia presupporre alcuna negligenza da parte dei genitori", ha sottolineato a MessinaToday il difensore della famiglia. 

L'ipotesi attualmente più accreditata è quella di un possibile caso di morte in culla. Ma bisognerà attendere l'esito delle indagini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il neonato di due mesi arrivato morto al Policlinico, la Procura ricostruisce gli ultimi istanti di vita
MessinaToday è in caricamento