Cronaca

Aveva l'obbligo di dimora ma continuava a rubare: 43enne agli arresti domiciliari

Il provvedimento del tribunale dopo l'intervento delle volanti che hanno fermato l'uomo per il furto di un'auto. Nella perquisizione domiciliare, trovati anche arnesi da scasso

Aveva l'obbligo di dimora per precedenti reati ma continuava a rubare. Con questa accusa è stata sostituita la misura dell'obbligo di dimora con quella degli arresti domiciliari per un messinese di 43 anni. L'ordinanza è stata emessa dal Tribunale di Messina dopo l'intervento delle volanti.

In particolare lo scorso 16 giugno l’uomo si è impossessato di un’autovettura. E' stato il proprietario dell'auto rubata che ha allertato la sala operativa della Questura. L’immediato intervento degli agenti ha permesso di rinvenire il mezzo, che era stato abbandonato in una via del centro. I successivi accertamenti effettuati nonché le testimonianze raccolte hanno consentito di risalire all’autore del furto.

L’arrestato, inoltre, a seguito della perquisizione domiciliare effettuata, è stato, denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva l'obbligo di dimora ma continuava a rubare: 43enne agli arresti domiciliari

MessinaToday è in caricamento