Cronaca

Covid, nuova ordinanza di Musumeci: ok ad asporto e domicilio per Pasqua

Il presidente della Regione ha firmato il provvedimento che cambia le regole della ristorazione. Istituite anche altre sei zone rosse

In tutti i Comuni dell'Isola - anche in quelli dichiarati rossi con precedenti ordinanze regionali - sarà consentita (a bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), quindi, la consegna a domicilio (senza limiti di orario). Lo ha stabilito con apposita oridnanza il presidente della Regione nello Musumeci che ha disposto che nei giorni delle festività di Pasqua (3, 4 e 5 aprile), quando tutta la Sicilia sarà “rossa”, come il resto d'Italia, si applicheranno le disposizioni nazionali in riferimento ai “servizi di ristorazione”.

Possibile anche la vendita con asporto di cibi e bevande (senza restrizioni dalle 5 alle 18, mentre dalle 18 alle 22 sarà vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina e altri esercizi simili - codice Ateco 56.3).

Con la stessa ordinanza Musumeci ha istituito altre sei zone rosseda venerdì 2 a mercoledì 14 aprile: si tratta dei Comuni di: Borgetto, Ciminna, Mezzojuso e Partinico in provincia di Palermo, Lampedusa e Linosa nell'Agrigentino e Priolo Gargallo in provincia di Siracusa. Il provvedimento è stato adottato su richiesta dei sindaci e sulla scorta delle relazioni delle Asp, a seguito dell'aumento di casi positivi al Covid. Diventano, così, 27 le zone rosse sul territorio regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, nuova ordinanza di Musumeci: ok ad asporto e domicilio per Pasqua

MessinaToday è in caricamento