Cronaca

Paura alla festa di Sant'Antonio, arrestato uomo andato in escandescenza

Processo per direttissima per un quarantanovenne che ieri sera ha mandato in frantumi il vetro della porta del santuario inveendo contro gli agenti. Deve rispondere di danneggiamento, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

Processo per direttissima per Angelo Fava, 49 anni che ieri sera è stato arrestato per essere andato in escandescenza durante la festa di Sant'Antonio. Ai domicliari in attesa del processo per direttissima deve rispondere di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, durante i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova, poco dopo il rientro del carro trionfale, ha fatto irruzione nella basilica e, senza alcuna ragione, ha mandato in frantumi i vetri di una porta che divide il corridoio dell’area degli uffici da quella della mensa.

Inutili i ripetuti tentativi di riportarlo alla ragione e calmarlo da parte dei poliziotti delle Volanti immediatamente intervenuti insieme a personale della Polizia Municipale. Il quarantanovenne ha distrutto la parte in vetro di una seconda porta  e si è scagliato anche contro gli agenti.

A questi punto è stato arrestato e, su disposizione del magistrato di turno, ristretto ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura alla festa di Sant'Antonio, arrestato uomo andato in escandescenza

MessinaToday è in caricamento