menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento dell'aggressione a Catania

Il momento dell'aggressione a Catania

Omicidio di Ylenia Bonavera, arriva la perizia psichiatrica sull'imputata: può affrontare il processo

Agata Nicotra, che l'aveva colpita con una coltellata al collo, deve rispondere del reato di omicidio volontario aggravato. Anche al momento dei fatti “non era presente alcuna patologia psichiatrica tale da escludere o grandemente scemare l'imputabilità della perizianda”

Agata Daniela Nicotra è imputabile. Lo stabilisce la perizia del consulente tecnico d'ufficio nominato dal Tribunale etneo nell'ambito dell'incidente probatorio richiesto dalla Procura per verificare le condizioni psicofisiche della donna accusata di avere ucciso con una coltellata a Catania la 26enne messinese Ylenia Bonavera.

Secondo il perito, il professore Eugenio Auguglia, la donna che deve risponde di omicidio volontario aggravato, "al momento dei fatti, non era presente alcuna patologia psichiatrica tale da escludere o grandemente scemare l'imputabilità della perizianda".

In più: "le condizioni di salute fisica e psicologica attuali non influiscono sulla capacità di partecipazione cosciente al processo, che risulta essere, infatti, adeguatamente rappresentata".

Nelle conslusioni si legge anche che la Nicotra, “che in passato ha sofferto di distonia di genere e presenta tratti di personalità disarmonici connotati da impulsività e scarse capacità di tolleranza alla frustrazione” ha risposto infatti ad una serie di quesiti che denotano come in atto non “sia affetta da un disturbo psichiatrico rilevante ai fini forensi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Contouring , la tecnica makeup per valorizzare il tuo viso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento