rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Piano di alienazione degli immobili comunali, il Consiglio boccia l'atto proposto dal commissario Santoro

La delibera dell'ex giunta De Luca soltanto corretta dai dirigenti di Palazzo Zanca non ha convinto la maggioranza consiliare

Il Piano di alienazione degli immobili comunali sarà curato molto probabilmente dalla prossima amministrazione comunale. Il consiglio ha infatti bocciato l'emendamento con la delibera curata dagli uffici retti dal commissario Leonardo Santoro che aveva deciso di modificare il documento dell'ex giunta De Luca. Per la maggioranza formata da pezzi di centrodestra, Pd e Cinquestelle la delibera dovrà essere riformulata nuova di zecca e non emendata su elaborazione della società Patrimonio Spa. I dubbi degli esponenti politici riguardavano i due allegati: il Piano di alienazione e il Piano di valorizzazione dei beni comunali. 

Piano di alienazione immobili rivisto dal commissario Santoro

Tra le modifiche che aveva predisposto il Comune il rientro nel Piano della piscina Cappuccini che era stata trasferita all'Università, l'asilo di San Licandro che grazie a 700mila euro di fondi extrabilancio sarà ristrutturato e mantenuto nella disponibilità del Comune e il chiosco lato valle di piazza Cairoli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano di alienazione degli immobili comunali, il Consiglio boccia l'atto proposto dal commissario Santoro

MessinaToday è in caricamento