Chiede denaro agli automobilisti e poi aggredisce i poliziotti, nei guai parcheggiatore abusivo

L'uomo ha fornito false generalità e poi si è scagliato contro gli agenti. In tasca nascondeva un coltello a serramanico. Per lui era già stato emesso un ordine di carcerazione

Diversi cittadini hanno segnalato la presenza di un parcheggiatore abusivo che operava nei dintorni della stazione centrale. Le sue richieste di denaro agli automobilisti si sono fatte sempre più pressanti, fino a quando l'uomo è stato intercettato dai poliziotti delle Volanti. Lunedì scorso è stato sottoposto a controllo durante il quale ha dapprima fornito false generalità per poi aggredire i poliziotti. 

Protagonista il 36enne tunisino Abil Nheri, già noto alle forze dell'ordine e con un'ordine di carcerazione. Bloccato e perquisito è stato trovato in possesso di un coltello a serrmanico e quindi denunciato per i reati di porto di armi od oggetti atti ad offendere, resistenza a pubblico ufficiale, false attestazioni e minacce. L'uomo è stato trasferito nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Nonno positivo al Covid, tre alunni della "Catalfamo" in quarantena

  • Si tuffano in mare a Milazzo nonostante la burrasca, ragazzi in balìa delle onde: un disperso tra i soccorritori

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Viviana e Gioele, lo sconforto dell'avvocato Venuti: “Non sapremo mai come è morto il bambino”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento