Cronaca

Picchia la moglie dopo l'ennesima lite, arrestato dai carabinieri

L'uomo aveva sequestrato documenti e cellulare alla compagna per impedirle di scappare. A bloccarlo i militari allertati dalle urla della vittima. Ai domiciliari 41enne messinese

Stavano effettuando un controllo ad uomo agli arresti domiciliari, quando sono stati allertati dalla urla provenienti dall'appartemento accanto. 

I Carabinieri hanno così interrotto una lite in famiglia. In particolare, l’uomo, un 41enne messinese,  aveva impedito alla donna di allontanarsi di casa, sottraendole il cellulare ed i documenti.

La vittima ha indicato ai carabinieri tutti i contorni della lite, scaturita per motivi banali e degenerata in un’azione violenta ai danni della donna che, trasportata al policlinico di Messina, è stata medicata e ha ricevuto una prognosi di 7 giorni. Una relazione con l’uomo, sposato appena un anno prima, caratterizzata da maltrattamenti, sopraffazioni e aggressioni che la vittima subiva e sopportava.

Il 41enne è stato condotto in caserma e dichiarato in stato di arresto poiché ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti contro familiari e conviventi, lesioni personali e violenza privata.

Lo scorso 4 settembre, l’arresto è stato convalidato e, nei confronti dell’uomo, è stata disposta dal giudice la misura degli arresti domiciliari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie dopo l'ennesima lite, arrestato dai carabinieri

MessinaToday è in caricamento