Cronaca Statale 114

Differenziata a rilento nei villaggi collinari, Scopelliti: "Necessarie piccole isole ecologiche"

Difficoltà a Tipoldo, Larderia e Galati Sant'Anna. Gli operatori devono percorrere a piedi decine di vicoli stretti e in salita. La prima circoscrizione chiede delle modifiche per ridurre i tempi ed eliminare i disagi

La differenziata nell'estrema periferia sud è iniziata ieri con la raccolta dell'umido. Oggi, invece, è il turno del vetro

Com'era prevedibile le difficoltà sono state notevoli. Lo aveva messo in conto la stessa Messina Servizi che ha avviato una fase di test per capire come far funzionare al meglio l'intera macchina organizzativa e apportate eventuali correttivi in corso d'opera.

Diverse le difficoltà con cui si è dovuto fare i conti. Alcuni cittadini questa mattina hanno mal interpretato il calendario, preparando carta e cartone invece del vetro. Altri ancora ieri hanno confezionato l'umido all'interno dei normali sacchetti di plastica che si è abituati a gettare nei cassonetti. Ciò ha comportato dei ritardi nella raccolta con gli operatori che hanno dovuto spiegare le corrette modalità di conferimento ai più distratti. 

Nel frattempo, Messina Servizi ha lasciato in strada i cassonetti. Un modo per rendere meno traumatico il passaggio alla differenziata, ma che in molti hanno sfruttato per continuare a gettare i rifiuti seguendo le vecchie abitudini. 

Le criticità maggiori però si sono registrate nei villaggi collinari. Si tratta di centri con vicoli stretti e in salita che gli operatori devono percorrere a piedi. Le squadre di Messina Servizi hanno avuto difficoltà a individuare tutte le abitazioni di Tipoldo, Larderia Superiore e Galati Sant'Anna. Situazione migliore a Mili San Pietro e Mili San Marco dove la raccolta è stata completata al 90%.

Aspetti logistici che possono rallentare il servizio. Il presidente della prima circoscrizione Giovanni Scopelliti pensa già ad un rimedio. "Per gli operatori - spiega a Messina Today - non è facile muoversi in questi piccoli villaggi. Occorre conoscere bene il territorio per raggiungere tutte le case, alcune delle quali si trovano in aperta campagna. Abbiamo chiesto un tavolo tecnico per suggerire la creazione di piccole isole ecologiche che possono servire a concentrare la raccolta in un punto più facilmente accessibile".

Intanto, Messina Servizi invita la cittadinanza coinvolta alla massima collaborazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Differenziata a rilento nei villaggi collinari, Scopelliti: "Necessarie piccole isole ecologiche"

MessinaToday è in caricamento