Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Città sporca, Sorbello chiede aiuto a Musumeci: "Venga a Messina, non abbiamo un sindaco"

L'appello del consigliere al presidente della Regione dopo i problemi legati alla raccolta differenziata e le mini discariche in diversi quartieri. Chiesto l'invio degli ispettori

Messina invasa dai rifiuti o meglio dai sacchetti abbandonati da chi non si adegua alla differenziata e forma ogni giorno mini-discariche. Questo il tema che il consigliere Salvatore Sorbello illustra in una lettera al governatore Nello Musumeci, invitandolo a venire in città per constatare di persona la situazione. Sorbello attacca poi senza mezzi termini il sindaco Cateno De Luca, sottolineando i problemi legati alle baraccopoli dove il porta a porta stenta a decollare.

Presidento Nello Musumeci - scrive Sorbello - desidero segnalarle che a Messina non abbiamo un Sindaco. Le discariche abusive dei rifiuti stanno aumentando a dismisura da quando De Luca e la sua Giunta si sono insediati.Si è sottovalutato un problema gravissimo che riguarda la raccolta differenziata da parte di tanti baraccati che hanno la residenza presso la casa comunale per motivi di abitabilità in baracca, ma che di fatto vivono lì, senza avere a disposizione un mastello per la raccolta differenziata. Una svista di incompetenza amministrativa nella gestione del porta a porta dei rifiuti che condanna la città ad avere discariche a cielo aperto. In particolare, le zone interessate sono: Camaro sottomantagna San Paolo, Annunziata, Santa Chiara, Fondo De Pasquale a Giostra ed altri punti come i Colli San Rizzo e i torrenti.  La invito nella sua qualità di presidente di tutti i siciliani e di tutti i comuni dell'isola a venire a Messina per rendersi conto di persona delle sciocchezze che va dicendo ogni giorno il Sindaco, il quale non viene in consiglio comunale da oltre un anno e mezzo, se non per alcune comparse in sede di votazione dei bilanci e variazioni al bilancio".

Il consigliere comunale chiede a Musumeci di valutare l'invio di ispettori regionali. "Da quando si è insediato, ha fatto continue campagne elettorali, primaquwlla per  le Europee ed ora la campagna elettorale per le Regionali senza pensare più all'amministrazione della città di Messina, ammesso che lo abbia fatto prima. La prego di ascoltare il mio grido di aiuto a nome di tutta la comunità Messinese e di darci una mano attraverso gli ispettori regionali. Sono a disposizione per farLe vedere in quali condizioni ci troviamo a causa di questa cattiva gestione amministrativa che lascia i rifiuti per strada, nelle baracche vuote e non mette in sicurezza le aree da sbaraccare ormai disabitate.  Il Sindaco pensa soltanto alla campagna elettorale virtuale attaccando Lei su argomenti che non gli competono, fregandosene della città di Messina. La Invito con tutto il cuore a prendere contatto con me e con i consiglieri comunali e di quartiere che vorranno partecipare per effettuare un  sopralluogo alla presenza degli ispettori regionali nelle predette discariche a cielo aperto. Sono discariche in cui vi è di tutto, che insistono a pochi metri da altre civili abitazioni costrette a tenere le finestre chiuse nonostante il caldo estivo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città sporca, Sorbello chiede aiuto a Musumeci: "Venga a Messina, non abbiamo un sindaco"

MessinaToday è in caricamento