rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca Spadafora

Rischio esondazioni, a Spadafora si mette in sicurezza il torrente Acquavena

Le risorse messe a disposizione dalla Struttura contro il dissesto idrogeologico ammontano a tre milioni e 100 mila euro

La Regione ha finanziato, attraverso la Struttura contro il dissesto idrogeologico, i lavori di messa in sicurezza del torrente Acquavena a Spadafora. Le risorse messe a disposizione dagli uffici di Piazza Ignazio Florio ammontano a tre milioni e 100 mila euro e coprono anche la quota di cofinaziamento che sarebbe dovuta arrivare dalla Rete ferroviaria italiana dopo la sottoscrizione di un protocollo d'intesa nel lontano 1999.

Ciò ha permesso di accelerare i tempi per porre fine a una situazione che spesso in passato ha provocato forti rischi e pesanti disagi. Le violente esondazioni del corso d’acqua tengono in apprensione un'intera comunità dal 1996. Il torrente Acquavena tracimò anche nel 2010 e nel 2011 e, in ultimo, nell’estate del 2020 quando un fiume di fango travolse diverse autovetture, mandando in tilt la viabilità.

I lavori di sistemazione idraulica, su un tratto lungo circa 500 metri, prevedono la tombinatura dell’alveo sotto il livello della sede stradale, ma anche la realizzazione di nuovi argini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio esondazioni, a Spadafora si mette in sicurezza il torrente Acquavena

MessinaToday è in caricamento