San Filippo, sequestrate aree pubbliche occupate abusivamente da privati

Nella zona del monastero basiliano i controlli degli agenti hanno portato a denunce. In via Garibaldi verifiche su assicurazioni Rca e revisioni

Il commissario Giovanni Giardina a San Filippo

Ancora sequestri della polizia municipale, stavolta su occupazioni e costruzioni abusive in aree pubbliche. La Sezione Tutela del Territorio guidata dal commissario Giovanni Giardina ha eseguito controlli a San Filippo ed in altri villaggi della zona sud. Il primo sequestro ha riguardato un’area pubblica di 1000 metri quadri in contrada Badia nei pressi del Monastero di San Filippo.

L’area era stata occupata abusivamente realizzando anche uno scarico abusivo di acque reflue. Il responsabile è stato identificato e denunciato all’Autorità Giudiziaria. Il secondo sequestro ha interessato l’area dell’Abbazia di San Filippo dove una personale è stata denunciata per occupazione abusiva di area pubblica sottoposta a vincolo dell’estensione di circa duemila metri quadri. Controlli sul possesso dell'assicurazione e revisione lungo la via Garibaldi. Il servizio si è concluso si sono con la contestazione di 2 assicurazioni e 5 revisioni non effettuate, irrogando sanzioni per un importo quantificabile in 16.292 euro. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento