Rinnovo contratto sanità privata, Aiop Sicilia: “Abbiamo fatto la nostra parte, ora tocca alle altre regioni”

Il presidente Ferlazzo: “Abbiamo lavorato per settimane anche ad agosto al nuovo contratto, a dimostrazione che è una questione che ci sta particolarmente a cuore e che riguarda migliaia di famiglie”

Da sinistra il presidente nazionale Aiop Barbara Cittadini, Marco Ferlazzo e l'assessore Ruggero Razza

L’Aiop Sicilia, con senso di responsabilità, la scorsa settimana ha firmato l’accordo con l’assessorato regionale della Salute per il rinnovo del contratto del personale non medico dipendente. Un passaggio fondamentale per dare il via libera a Roma per la firma del rinnovo contrattuale. L’Aiop Sicilia, dunque, ha fatto la sua parte, come la Lombardia, il Veneto e il Lazio. Tuttavia, perché si firmi l’intesa a Roma, si attende che anche le altre regioni d’Italia sottoscrivano gli accordi con le Pubbliche amministrazioni regionali per la copertura del 50% dei maggiori costi, come previsto dalla Conferenza Stato Regioni.

Sanità privata, anche a Messina operatori in protesta

“Abbiamo lavorato per settimane anche ad agosto al nuovo contratto, a dimostrazione che è una questione che ci sta particolarmente a cuore e che riguarda migliaia di famiglie – spiega il presidente di Aiop Sicilia, Marco Ferlazzo. La firma segue un pre-accordo già raggiunto in sede nazionale da Aiop, accolto con soddisfazione dalla conferenza Stato- Regioni. In pratica le Regioni, recependo quanto stabilito a livello nazionale, hanno stabilito le modalità di erogazione della parte di loro competenza. Lo stesso Stefano Bonaccini, presidente della conferenza delle Regioni e delle province autonome e presidente della Regione Emilia Romagna, qualche settimana fa, dopo il pre accordo siglato a livello nazionale, in una sua nota ufficiale indirizzata ai colleghi presidenti delle Regioni e delle Province autonome e, per conoscenza, agli assessori alla Salute di ogni Regione, aveva spiegato chiaramente i termini dell’accordo. Per quanto riguarda i budget, il Governo ha introdotto una disposizione normativa che aumenta dl 2% il tetto di spesa per gli acquisti di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati. Per quanto riguarda invece le tariffe, il ministro Speranza ha chiarito e confermato la possibilità, a normativa vigente ed entro certi limiti, per le Regioni, anche quelle in piano di rientro finanziario, di un aggiornamento delle stesse (DRG) per l‘acquisto di prestazioni sanitarie, elemento importante per le parti contrattuali ai fini della stipula del nuovo contratto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Siamo consapevoli – sostiene inoltre Ferlazzo – che il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 14 anni,  è una priorità per le nostre aziende e per le migliaia di lavoratori che vi operano quotidianamente con professionalità e impegno, tant’è che le trattative in tutte le sedi istituzionali sono andate avanti, sia a livello nazionale che regionale. Tutto questo in un momento in cui le aziende del settore hanno sostenuto gli effetti pesanti della crisi dovuti alla pandemia, ma hanno partecipato responsabilmente, in maniera attiva e diretta, all’emergenza sanitaria. La dimostrazione del senso di responsabilità di Aiop sta nel fatto che la firma dell’accordo è arrivata in una Regione che ha tariffe Drg ferme al 2006 e dove le risorse sono ancorate alla logica vetusta dei piani di rientro avviati nel 2007, ma ormai definitivamente accantonati. Prendiamo atto – conclude Ferlazzo- delle assicurazioni date dell’assessore Razza alla delegazione trattante sulla nuova programmazione del settore e sulle prospettive che si aprono per tutta la sanità siciliana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento