Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Covid e scuole chiuse, il Tar dà nuovamente ragione a De Luca: Cisl chiede intervento prefetto

Respinto il secondo ricorso degli avvocati Delia e Ciraolo. Dai sindacati dito contro il disagio causato a studenti, docenti e personale scolastico. "Non ci risultano dati preoccupanti su contagi popolazione scolastica"

La terza sezione del Tar Sicilia ha rigettato la richiesta di sospensione, presentata dagli avvocati Santi Delia e Vincenzo Ciraolo, dell'ordinanza sindacale che ha comportato la chiusura delle scuole primarie e secondarie. Ad annunciarlo è lo stesso Cateno De Luca riportando la motivazione del giudice del Tribunale Amministrativo Regionale secondo cui "l’ordinanza impugnata si fonda su complesse e articolate argomentazioni che trascendono il dato statistico indicato dai ricorrenti (dato che, a ben vedere, può anche non essere del tutto risolutivo o, addirittura, effettivamente rispondente alla realtà dei fatti.”

Un primo ricorso contro la decisione del sindaco di chiudere le scuole era già stato bocciato con le stesse motivazioni.

Intanto, sull'argomento interviene anche la Cisl sollecitando un intervento del Prefetto. Lo fa attraverso una lettera firmata da Francesca Bellia, segretario regionale della Cisl scuola Sicilia, nonché responsabile della Cisl scuola di Messina, che evidenzia come nelle ultime settimane, a differenza delle altre realtà territoriali, le scuole della città sono state interessate da ripetute prolungate sospensioni delle attività didattiche in presenza a seguito delle ordinanze sindacali. "Ordinanze che hanno generato confusione e incertezza tra i lavoratori del comparto scuola e tra le famiglie degli alunni, nonostante negli ultimi mesi, con grande difficoltà, docenti, dirigenti scolastici e personale Ata abbiano moltiplicato gli sforzi per consentire il regolare svolgimento delle lezioni e contenere il più possibile il contagio da Covid 19. Tutto questo nel pieno rispetto delle indicazioni del Cts, dei vari protocolli di sicurezza definiti dal Miur e di tutte le misure indicate nei diversi Dpcm emanati".

Il sindacato commenta poi i dati epidemiologici del territorio. "Peraltro – aggiunge la Bellia - non ci risulta e/o non sono stati mai resi noti, dall’amministrazione comunale, dati relativi alla positività della popolazione scolastica della città di Messina particolarmente preoccupanti rispetto alla media delle scuole di altri territori della Sicilia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e scuole chiuse, il Tar dà nuovamente ragione a De Luca: Cisl chiede intervento prefetto

MessinaToday è in caricamento