rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Esplosione nella fabbrica di Barcellona, 4 anni e sei mesi al titolare della ditta che eseguiva i lavori

Disposta anche la confisca della società e le provvisionali alle parti civili per l'uomo che ha scelto il rito abbreviato. Il prossimo 23 giugno invece toccherà al figlio di Antonino e a Vito Costa, titolare della fabbrica dei giochi d'artificio, comparire davanti al giudice per la prima udienza con rito ordinario

Quattro anni, sei mesi e 15 giorni per Corrado Bagnato, l'azienda confiscata e riconosciuti le provvisionali e le spese per le parti civili. 

E' la sentenza al processo scaturito dall'esplosione nella fabbrica di giochi pirotecnici di Barcellona Pozzo di Gotto che nel novembre 2019 causò la morte di cinque persone. Antonino Bagnato, titolare della ditta "Bottega del ferro" che in quei giorni stava eseguendo i lavori ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato.

Il prossimo 23 giugno invece toccherà al figlio di Bagnato, Antonino e a Vito Costa, titolare della fabbrica dei giochi d'artificio, comparire davanti al giudice per la prima udienza con rito ordinario.

I tre furono posti agli arresti domiciliari nel gennaio 2021 con diverse accuse tra cui quelle di disastro colposo, omicidio colposo plurimo, lesioni personali. 

Parte civile i familiari delle vittime, difesi dagli avvocati Paolo Pino, Cettina Triscari e Pina Rita Bruno.

L’esplosione il 20novembre del 2019 nello stabilimento "Costa Vito e figli" costò la vita di 5 persone, Giovanni Testaverde, Mohamed Tahar Mannai, Fortunato Porcino e Vito Mazzeo operai della ditta “Bottega del Ferro” e di Venera Mazzeo, moglie di Costa. Rimasero feriti altre due persone: Antonino Bagnato e Antonino Costa.

Nell'opificio, erano in corso lavori di adeguamento della struttura produttiva prescritti dalla Commissione Tecnica Territoriale per le Sostanze Esplodenti, finalizzati ad elevare gli standard di sicurezza del sito mediante l’installazione apposite di grate di protezione in tutti i caselli destinati al deposito di materiale attivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione nella fabbrica di Barcellona, 4 anni e sei mesi al titolare della ditta che eseguiva i lavori

MessinaToday è in caricamento