Cronaca

E' salvo il concorso per 46 agenti di Polizia municipale, per il Tar può andare avanti

La sentenza della seconda sezione staccata di Catania sul ricorso di un candidato escluso dalla prova orale, dà ragione al ricorrente sull'accesso agli atti ma non sospende tutta la procedura. La soddisfazione di Gioveni

E’ salvo il concorso per 46 agenti della Polizia municipale di Messina. Nei giorni scorsi il consigliere comunale del gruppo misto Libero Gioveni, che sta seguendo con grande attenzione l’iter che dovrebbe finalmente dare linfa al Corpo di Polizia municipale, aveva lanciato l’allarme su un ricorso al Tar che rischiava di far saltare le assunzioni.

Il ricorso, era stato depositato il 28 maggio scorso da un candidato escluso dalla prova orale che rivendicava il diritto di accedere a tutti gli atti della procedura concorsuale. Fra le varie richieste, anche l’annullamento  della procedura.

Oggi la sentenza della seconda sezione del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia – sezione staccata di Catania, presieduta da Francesco Brugaletta, che ha accolto l’istanza di accesso proposta, ordinando al Comune di Messina di provvedere al rilascio al ricorrente e al deposito in formato elettronico presso la segreteria del Tar della documentazione stessa ma ha respinto la domanda di sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti impugnati, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente.

Soddisfatto il consigliere Gioveni che aveva messo in evidenza come la difesa di un diritto, anche se legittimo, non poteva “congelare” le aspettative degli altri partecipanti e della città stessa, in considerazione dell’atavica carenza di personale fra i vigili urbani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' salvo il concorso per 46 agenti di Polizia municipale, per il Tar può andare avanti

MessinaToday è in caricamento