Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Pretendeva sesso per non mettere su web foto piccanti, finisce ai servizi sociali un diciassettenne

Le minacce ad una ragazzina di Capo d'Orlando che ha trovato il coraggio di denunciare tutyto ai carabinieri che hanno colto in flagranza di reato il giovane. Il tribunale ha sospeso la misura cautelare di otto mesi e concesso la “messa alla prova”

E' accusato di tentata violenza sessuale e di aver ricattato una coetanea minacciando di rendere pubbliche su web foto piccanti che la riguardavano se non avesse fatto sesso con lui. 

Protagonista un diciassettenne a cui il Tribunale per i minorenni ha oggi revocato la misura cautelare a otto mesi, accogliendo l'istanza avanzata dal legale Decimo Lo Presti. Il ragazzo è dunque  tornato in libertà ma dovrà svolgere il programma che sarà elaborato dall’Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni. Il minore, residente nel comprensorio nebroideo, fu arrestato lo scorso marzo e, successivamente fu collocato in comunità.

La tentata violenza e il tentativo estorsione ai danni di una minore orlandina che ha trovato il coraggio di presentarsi subito ai carabinieri facendo arrestare il coetaneo.

La vicenda risale allo scorso marzo, quando i carabinieri della stazione di Capo d’Orlando arrestarono in flagranza di reato il diciassettenne.

La vittima, provata ed angosciata dalla situazione che stava vivendo, ha raccontato tutto ai militari orlandini, raccontando che che si sono appostati all’incontro organizzato in un luogo appartato, insieme alla vittima. I carabinieri hanno osservato  il ragazzo mentre mostrava alla vittima le foto, conservate sul suo smartphone, minacciandola di diffonderle su internet ad una vastissima rete di contatti e pretendendo da lei, per non dare seguito alla minaccia, degli atti sessuali.

A questo punto sono intervenuti, lo hanno arrestato e gli hanno sequestrarono  il suo cellulare. 

Oggi la decisione dei giudici di metterlo alla prova con i servizi sociali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretendeva sesso per non mettere su web foto piccanti, finisce ai servizi sociali un diciassettenne

MessinaToday è in caricamento