menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz dei vigili in un cantiere: operaio si lancia dalla terrazza per sfuggire ai controlli

E' accaduto a Taormina. Un altro collega ha finto un malore e si è dileguato. Secondo gli inquirenti entrambi percepivano il reddito di cittadinanza. Denunciato il titolare della ditta che eseguiva i lavori

Si è lanciato dalla terrazza per sfuggire ai controlli che la polizia municipale aveva appena iniziato. Protagonista del folle gesto è un operaio di Taormina, impegnato in un cantiere edile finito sotto la lente d'ingrandimento delle forze dell'ordine. Alla vista degli agenti, l'uomo si è arrampicato sul tetto dello stabile ed è saltato giù per oltre tre metri, riuscendo poi a guadagnare la fuga. Un altro collega ha invece finto un malore per poi allontanarsi.

Ma non finisce qui. Il giorno successivo il titolare della ditta che stava eseguendo i lavori si è presentato in caserma. L'uomo ha fornito dei nominativi per permettere l'identificazione dei due operai fuggiti, ma grazie ai controlli i vigili hanno appurato che le dichiarazioni appena raccolte erano false. I nomi indicati, infatti, non corripondevano, ai dipendenti che avevano fatto perdere le proprie tracce. Così è scattata la denuncia per violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro, sostituzione di persona e falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale.

Dalle indagini è poi emerso che i due operai sfuggiti ai controlli erano percettori del reddito di cittadinanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento