Tipoldo, ancora in coma il 22enne ferito a fucilate: lite scoppiata per un danno all'auto del giovane

Il ferimento dello scorso 18 ottobre nelle campagne di contrada Cummarrà. Convalidato l'arresto dell'anziano che ha sparato. Il punto sulle indagini e le indiscrezioni su quanto avvenuto

L'auto del 71enne distrutta dal rogo

Si trova ancora in coma farmacologico il 22enne ferito a colpi di fucile nelle campagne di Tipoldo lo scorso 18 ottobre. Il ragazzo è ricoverato all'ospedale Papardo in gravi condizioni, ma nelle ultime ore ci sarebbero stati alcuni miglioramenti. Ci vorrà però ancora tempo affinché i medici possano sciogliere la prognosi e valutare le lesioni provocate dai proiettili.

Intanto, il 71enne che ha sparato si trova rinchiuso nel carcere di Augusta. Ieri è stato convalidato l'arresto e il gip Monia De Francesco ha confermato la massima custodia cautelare, ma il legale dell'uomo, l'avvocato Nino Favazzo, chiederà presto il riesame.

Quanto avvenuto nelle campagne di contrada Cumarrà domenica scorsa è ancora oggetto di indagini, coordinate dalla Procura, e portate avanti dai carabinieri di Messina Sud

Secondo le informazioni in nostro possesso, quella mattina, il 71enne era impegnato in una battuta di caccia mentre il ragazzo rimasto ferito si trovava in compagnia di alcuni amici per raccogliere le castagne. La lite sarebbe avvenuta quando il gruppo di giovani si è accorto che il lunotto della loro auto era stato distrutto, attribuendo quindi il danno all'anziano. E' seguito uno scambio di battute dai toni sempre più accesi fino a quando la discussione sembrava ormai essersi conclusa.

Poco dopo, così come ricostruito dalla difesa, l'uomo avrebbe invece notato il 22enne mentre appiccava il fuoco alla sua Fiat Panda, utilizzando probabilmente una tanica di benzina. Quindi la reazione e i colpi di fucile che hanno ferito gravemente il ragazzo. A chiamare i soccorsi è stato lo stesso 71enne che ha subito ammesso le sue responsabilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Il supercriminologo: “Su Viviana e Gioele riparto da zero ma i dettagli parlano chiaro”

Torna su
MessinaToday è in caricamento