Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Frecciarossa in Calabria, Falcone: "Buona notizia, ma serve il Ponte"

I siciliani potranno utilizzare il treno in coincidenza con gli aliscafi Blujet.L'assessore regionale ai trasporti rilancia l'importanza del collegamento stabile sullo Stretto. Buone notizie sul raddoppio della Messina-Catania

Il Frecciarossa Reggio Calabria-Torino, in servizio dal prossimo 3 giugno, è stato salutato con soddisfazione anche dai siciliani grazie alla possibilità di beneficiare della coincidenza con gli aliscafi a Villa San Giovanni acquistando un unico biglietto.

Non si può parlare propriamente di alta velocità al Sud visto che fino a Salerno la linea non è attrezzata, ma il nuovo orario ferroviario porterà benefici grazie al collegamento diretto con le città di Firenze, Bologna, Milano e Torino senza l'obbligo di dover cambiare treno a Roma. Una strategia adottata da Ferrovie dello Stato dopo l'emergenza coronavirus e in risposta alla proposta commerciale di Ntv che aveva già anticipato l'idea di far correre Italo fino a Reggio Calabria.

Per l'assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone si tratta di un segnale di attenzione nei confronti delle aspirazioni in termini di trasporti pubblici dell'intero Mezzogiorno. "Sebbene tali collegamenti non possano oltrepassare lo Stretto di Messina e raggiungere per via diretta le principali città della Sicilia. Una circostanza che mette in luce, ancora una volta, la strategica ed epocale necessità della costruzione del Ponte fra la nostra Isola e la Calabria. La madre di tutte le battaglie infrastrutturali che l'intera Italia deve impegnarsi a compiere. Il Governo Musumeci rivolge un apprezzamento alla governance di Trenitalia e dell'intero Gruppo Fs per la scelta lungimirante compiuta, anche perché arrivata nel momento della ripartenza dopo la crisi del coronavirus, proprio quando cioè il Paese deve tornare a correre recuperando il tempo perduto. Peraltro la possibilità di acquistare contestualmente al biglietto del Frecciarossa anche il ticket della nave veloce fra Messina e Villa San Giovanni, viene incontro alle esigenze di interscambio e facilità di collegamento da sempre manifestate dai viaggiatori".

Via libera al raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo

Intanto, nei giorni scorsi il ministero dei Trasporti ha espresso l'ultimo parere favorevole ai lavori di raddoppio della linea Messina-Catania, nel tratto tra le stazioni di Giampilieri e Fiumefreddo.

L'iter adesso può essere considerato in discesa per la realizzazione dell'opera che rivoluzionerà i trasporti su ferro della Sicilia orientale. Sarà adesso possibile convocare la conferenza dei servizi e pubblicare il relativo bando di gara. Il progetto prevede la costruzione di una nuova linea a doppio binario con velocità fino a 200km/h e la realizzazione di nuove stazioni a servizio di Scaletta, Itala, Santa Teresa di Riva e Taormina.

Il ministero dell'Ambiente ha poi dato l'ok anche al recupero della linea Alcantara-Randazzo per fini turistici. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frecciarossa in Calabria, Falcone: "Buona notizia, ma serve il Ponte"

MessinaToday è in caricamento