menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La questura alle donne minacciate e violentate: "Non siete sole, raccontate e chiedete aiuto"

Vademecum della polizia a tutte coloro che per paura non denunciano mariti e compagni: "Non provate vergogna"

Sono numerosi, quasi quotidiani, gli arresti delle Forze dell'ordine nei confronti di uomini violenti contro mogli ed ex. La questura ha voluto ricordare in un vademecum di segnalare le aggressioni e di capire che denunciare è importante. 

"Il crescente numero di segnalazioni di condotte violente, soprattutto in ambito familiare o nel corso di relazioni sentimentali, induce a pensare che il fenomeno, sicuramente non nuovo, stia emergendo e che, molto più che in passato, si sia compresa l’importanza di chiedere aiuto e di denunciare - sottolineano gli uffici di Polizia - il sistema giuridico, anche di recente, si è adeguato nel senso di individuare sempre nuovi ed efficaci strumenti di tutela delle vittime vulnerabili, che possono chiedere ausilio senza esporsi a pericolo. La Polizia di Stato è - ormai da tempo - in prima linea affinché ogni autore di violenza sia perseguito e ogni persona che subisce sia adeguatamente tutelata. A chi è vittima di aggressioni vogliamo ricordare quanto sia fondamentale cercare per tempo il giusto supporto. 

A te vogliamo dire: Non credere che sia colpa tua. Non credere di poterlo cambiare. Non aspettare che sia troppo tardi. Non accettare l’ultimo appuntamento. Non far credere di essere caduta dalle scale o che sia stato un incidente. Non essere convinta di meritarlo. Non sopportare per il bene della famiglia. Non provare vergogna e non temere il giudizio degli altri. Non sei sola. Racconta. Chiedi aiuto".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento