Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Forza d'Agrò / Scifì

Donna di Forza d'Agrò in coma da un mese in Inghilterra, parte la raccolta fondi per farla rientrare in Italia

L'ospedale britannico non è più disposto a curare la 38enne Vera Rigano. Troppo costoso trasportarla in Italia. La famiglia chiede aiuto alla comunità

Perde i sensi per un improvviso malore ed entra in coma. E' quanto accaduto alla 38enne Grazia Rigano, originaria di Forza d'Agro ma residente per lavoro in Inghilterra. 

Lo scorso luglio si è sentita male mentre prestava servizio in una casa di cura di Birmingham, trasportata in ospedale è entrata in coma e non si è più ripresa. Dopo quasi un mese, infatti,  le sue condizioni sono rimaste gravi, ma stabili.

Una storia tragica resa ancor più drammatica dalla decisione dell'ospedale britannico di non assistere più gratuitamente la giovane donna, così come previsto dal sistema sanitario inglese. I familiari devono quindi organizzare il viaggio di rientro in Italia, un'operazione delicata e altamente costosa. Per questo hanno deciso di chiedere aiuto alla comunità.

E'  possibile fornire il proprio aiuto tramite un punto di raccolta presso il negozio Metropolitan in via Regina Margherita 193, a Santa Teresa di Riva. Altrimenti è possibile versare il proprio contributo sulla carta Postpay Evolution n. 5333171072728245 intestata a Rigano Giuseppe, codice fiscale RGNGPP49P01D733F, presso una qualsiasi ricevitoria del lotto o presso un ufficio postale.

A lanciare il messaggio di aiuto genitori, Maria e Pippo Rigano, che vivono a S. Teresa di Riva ma sono volati nel Regno Unito per curare la propria figlia. A ruota il sindaco di S. Teresa, Danilo Lo Giudice. Per gli aiuti è possibile contattare i numeri telefonici 338-8098271 (Fabio Di Cara, ex sindaco di Forza d'Agrò) o 333-3395216 (Gianpiero Smiroldo, titolare del negozio Metropolitan). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna di Forza d'Agrò in coma da un mese in Inghilterra, parte la raccolta fondi per farla rientrare in Italia

MessinaToday è in caricamento