rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Falcone

Spiava, insultava e usava violenza per "ossessiva gelosia": divieto di avvicinamento per un uomo

La misura cautelare eseguita dai carabinieri di Falcone. L'indagato si è reso protagonista di una serie di atti di maltrattamenti ai danni della persona offesa con cui intratteneva da anni una stabile relazione sentimentale

I carabinieri della Stazione di Falcone hanno notificato ed eseguito a carico di un uomo una ordinanza applicativa di misura cautelare personale del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, con ulteriore prescrizione all’indagato di non avvicinarsi all’abitazione della medesima persona offesa. La misura è stata emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Patti, su richiesta della Procura della Repubblica di Patti diretta dal Procuratore Capo Vittorio Cavallo.

L’uomo si è reso protagonista di una serie di atti di maltrattamenti ai danni della persona offesa con cui intratteneva da anni una stabile relazione sentimentale, insultandola ed usando violenza. Inoltre, l’indagato controllava la vittima costantemente mediante dispositisi elettronici e telecamere per spiarne le comunicazioni, azioni poste in essere per effetto di ossessiva gelosia.

Le segnalazioni informali pervenute alla Stazione Carabinieri di Falcone hanno permesso ai militari di tale Comando di documentare le molteplici azioni delittuose nel tempo subite dalla vittima i cui esiti hanno consentito di richiedere l’immediata applicazione della misura cautelare personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiava, insultava e usava violenza per "ossessiva gelosia": divieto di avvicinamento per un uomo

MessinaToday è in caricamento