menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Recupero Real Cittadella, Riccobono: "Aprirla al pubblico senza fare gli errori del passato"

Il parere dello storico dopo il vertice in Regione. Programmati i primi tre interventi in attesa di riqualificare l'intera zona falcata. "Non basta il restauro, altrimenti si ripete lo scempio della Badiazza e del Forte Gonzaga"

La copertura finanziaria c'è, la volontà pure: per la zona falcata si potrebbe quindi presto scrivere un nuovo futuro. Lo scorso 25 febbraio a Palermo, il governatore Musumeci ha annunciato l'avvio di tre interventi paralleli all'opera di riqualificazione dell'intera zona. Si tratta del recupero della Stele della Madonnina di Forte San Salvatore, della Porta spagnola e dell’ingresso della lanterna del Montorsoli. Saranno finanziati con parte dei 10 milioni di euro stanziati appositamente dal governo Musumeci nel dicembre scorso.

Si tratta di uno step solo preliminare, visto che i lavori sopracitati riguardano strutture ricadenti nell'area militare e comunque "satelliti" rispetto alla Real Cittadella, il vero monumento da strappare finalmente all'incuria e al degrado. Al tavolo in Regione, insieme a Soprintendenza ai Beni Culturali e Autorità Portuale, c'era anche Franz Riccobono, in qualità di esperto e conoscitore della storia che contraddistingue una delle zone con più alte potenzialità di tutta Messina struprata nei decenni da scelte politiche ed economiche nonostante il vincolo del 1992 e al centro anche di un esposto in Procura presentato dallo stesso Riccobono. 

"La riunione alla Regione - ha detto lo storico - è stata senz'altro positiva. Occorre infatti accelerare i tempi per arrivare al recupero del monumento Real Cittadella e dei bastioni lunghi tre chilometri in totale.I messinesi devono appropriarsi finalmente di questo gioiello attraverso un'apertura al pubblico e una piena fruizione. Non basta infatti restaurare senza poi rendere utilizzabile un monumento e quanto accaduto con la Badiazza o con il Forte Gonzaga. Mi fa piacere vedere l'interesse del governatore Musumeci, ma spero non ci si trovi davanti ai tempi biblici della burocrazia". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento