Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia

Turismo e trasporti interattivi, da Messina il software che conquista la  “Open Innovation City Hackathon”

La proposta del team con sede operativa al dipartimento ingegneria dell'Università vince la competizione. Lo strumento al servizio di società e croceristi

Una architettura software powered by Fiware, capace di offrire direttamente a bordo delle navi da crociere la possibilità di scoprire luoghi turistici della città in cui si sbarca ed in generale punti di interesse ai turisti durante la navigazione, inviando loro i percorsi da seguire per esplorare i punti scelti ed i modi e mezzi per raggiungerli.

E' la soluzione SeeFromSea che ha vinto  la “Open Innovation City Hackathon” di Genova proposta dalla Fiware Foundation. Il tema della Challenge prende il nome di Blue Economy e si fonda sulla richiesta di proporre soluzioni Smart per i collegamenti fra i mezzi di trasporto terrestri con traghetti, crociere e navi in genere.

Il team vincitore è composto da: Maria Fazio, Antonino Galletta, Francesco Martella, Alessio Catalfamo, Valeria Lukaj, Christian Sicari, Mario Colosi e Armando Ruggeri, membri del gruppo di ricerca FCRLab, coordinato da  Massimo Villari (docente del Dipartimento MIFT – Delegato ai Sistemi ICT dell’Ateneo peloritano).

Lo strumento da loro proposto consente anche che le preferenze espresse dai croceristi arrivino direttamente ai fornitori di servizi della città che automaticamente possono gestire e regolare l’erogazione delle loro offerte (sconti, mezzi, ecc). Una volta che ituristi arrivano in città possono scoprire nuove attrazioni tramite un servizio di Turismo di Prossimità, ovvero una tecnologia basata su dispositivi Beacon che notifica i punti di interesse più vicini al turista stesso.

Si tratta solo dell’ultima affermazione del gruppo di ricerca, la cui sede operativa è presso il Dipartimento d’Ingegneria dell’Università di Messina. Nelle scorse settimane, infatti, FCRLab si è anche aggiudicato la “City Enabler Select for Cities Challenge”, cioè, una sfida indetta da Engineering Ingegneria Informatica Spa, con la collaborazione della Fiware foundation, per sviluppare una piattaforma basata sulle tecnologie facenti parte del pacchetto Digital Enabler che mira a trasformare le città di Helsinki ed Anversa in Smart City.  Contestualmente, alcuni membri del gruppo messinese, hanno sviluppato una piattaforma pensata per i cittadini, capace di raccogliere ed analizzare dati sulla qualità dell’aria e sul rumore della città di Helsinki e derivarne quindi il valore di traffico e congestione tramite complessi algoritmi.

Risale al 2018, invece, la conquista della “Discover Open Data Challenge” grazie allo sviluppo di un prototipo di una piattaforma, integrata con il Portale Europeo dei Dati, il cui obiettivo principale è quello di fornire rapidamente risultati provenienti da diversi cataloghi di dati europei, integrando al contempo funzioni proprie dei social network quali il poter commentare i dataset per confrontarsi con altri ricercatori, facilitando lo scambio di conoscenze, e la possibilità di “seguire” i dataset o i topic di proprio interesse, ricevendo delle notifiche, in caso di aggiornamenti o nuovi commenti, tramite un bot Telegram.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo e trasporti interattivi, da Messina il software che conquista la  “Open Innovation City Hackathon”

MessinaToday è in caricamento