Supermercati, la Gicap ammessa al concordato preventivo: una operazione da 300 milioni

L’udienza è stata fissata al 20 novembre, quando si voterà la proposta. Asseveratore  è il commercialista Enrico Spicuzza. Si apre una fase delicata per i creditori, soprattutto per i circa 700 lavoratori che saranno ammessi al cento per cento

E’ stata ammessa al concordato preventivo la Commerciale Gicap. Si tratta di un concordato in continuità aziendale condotto da terzi, il più importante a Messina dal momento che tiene in considerazione un volume di affari di quasi trecento milioni. L’udienza è stata fissata al 20 novembre quando si voterà la proposta di concordato. Asseveratore  è il commercialista Enrico Spicuzza.

Adesso si apre una fase importante per i creditori, soprattutto per i circa 700 lavoratori che saranno ammessi al cento per cento. Il concordato è passato infatti con queste condizioni: i lavoratori sono considerati creditori privilegiati a cui saranno riconosciuti anche gli interessi dalla data della domanda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo i 42 supemercati Gicap sono in gran parte passati in gestione soprattutto a Like Sicilia, uno dei terzi che conduce la gran parte dei punti vendita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento