Economia

Vertenza Agenzie Fiscali, i messinesi preparano la manifestazione romana del 6 febbraio

I sindacati stanno organizzando la protesta che si terrà nella Capitale, tra le rivendicazioni maggiori investimenti per il personale incaricato di gestire e recuperare l'evasione e le Entrate

Anche i dipendenti messinesi delle Agenzie Fiscali e delle Dogane e Monopoli saranno a Roma il 6 febbraio in protesta. La mobilitazione è stata indetta da Fp Cgil, Cisl, Uil Pa, Confsal/Unsa che hanno tenuto incontri nel territorio per preparare la partenza. "In tutti gli uffici sono state ribadite le richieste in merito alla copertura delle forti carenze di personale, alla sollecitazione sul salario accessorio 2018 e 2019 - si legge in una nota - sul superamento dei tetti di spesa per il personale, sugli investimenti economico-finanziari necessari ad implementare un moderno modello organizzativo. In questa situazione sarà impossibile contrastare l’evasione fiscale e garantire equità e servizi adeguati ai cittadini ed alle imprese. I colleghi hanno contribuito al dibattito anche sulle questioni riguardanti il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, un moderno ordinamento professionale, gli intollerabili carichi di lavoro, la distorta applicazione dell’accordo sul telelavoro ed in generale sulle complessive condizioni di lavoro.

Riteniamo, ancora una volta - concludono - di aver colto nel segno. Basta precarietà, basta ritardi, basta con l’inesistente attenzione della politica sulle drammatiche criticità riguardanti la macchina fiscale e le problematiche dei lavoratori in servizio. Il tempo è scaduto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Agenzie Fiscali, i messinesi preparano la manifestazione romana del 6 febbraio

MessinaToday è in caricamento