Agevolazioni Tari, silenzio su graduatorie precedenti e nuovo bando: Gioveni chiede spiegazioni all'Amministrazione

Congelate le istanze per ottenere riduzioni ed esenzioni per gli anni 2017 e 2018 e nessuna traccia per le richieste 2019-20. Il consigliere comunale pretende chiarezza

Libero Gioveni

Nonostante sia già stato approvato da tempo il Bilancio di Previsione 2020 per dare via alle nuove istanze Tari, non si hanno notizie  sulle graduatorie per gli anni 2017 e 2018 e sul nuovo bando per gli anni 2019 e 2020. A denunciare la paradossale situazione il consigliere comunale Libero Gioveni che si chiede perché risultino ancora congelate le istanze presentate l'anno scorso e perchè ci siano ritardi anche per le nuove richieste. 

"Si potrà ben comprendere - scrive il consigliere nella nota indirizzata all'Amministrazione comunale per avere risposte in merito-come questo stato di incertezza e di inspiegabile enorme ritardo, non metta in condizione gli aventi diritto di sapere se potranno e dovranno quest’anno pagare le rate (men che meno l’anno ormai passato), nonostante la recente moratoria che ha fatto slittare al prossimo 16 settembre il termine ultimo per il pagamento senza dover incorrere a sanzioni ed interessi".

Il dubbio di Gioveni è che la mancata redazione e la conseguente pubblicazione delle graduatorie potrebbe essere legata al fatto che lo scorso anno l’ex dirigente del Dipartimento servizi sociali, in maniera del tutto autonoma, pubblicò l’avviso pubblico per le esenzioni e riduzioni Tari senza fare il necessario passaggio in Consiglio Comunale per l’approvazione della delibera, come invece avveniva puntualmente e abitualmente negli anni precedenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se così fosse e mi auguro che non sia affatto questo il motivo- conclude Gioveni- risulta facile immaginare il verificarsi non soltanto di una autentica beffa per gli aventi diritto che chissà ancora per quanto tempo ancora non riuscirebbero a leggere i propri nomi nelle graduatorie, ma anche e soprattutto un danno erariale per l’Ente che di fatto non avrebbe incassato una potenziale entrata!"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo Viviana, nuovo avvistamento alla guardia medica di Giardini: "Quel bimbo sembrava Gioele"

  • Viviana Parisi sarebbe stata avvistata a Giardini Naxos

  • Scomparsa Viviana Parisi, parla la cognata: "Ha preparato il pranzo e poi è sparita"

  • Grave incidente stradale a Gaggi, muore un ragazzo di vent'anni

  • Tragico incidente a San Filippo superiore, precipita col camion in un dirupo: muore operaio della forestale

  • Spiagge libere “monopolizzate” dai privati, la polizia municipale sequestra sdraio e 168 ombrelloni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento