Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Zes siciliane, la reazione di sindacati e politica: “Un’opportunità per il rilancio da non sprecare”

Dalla Uil al M5Stelle i commenti dopo l'approvazione del provvedimento che apre prospettive di sviluppo economico-sociale anche per la provincia di Messina. Ma per vederne i benefici “occorre lavorare tutti insieme”

Dopo la notizia dell’istituzione delle Zes siciliane arrivano  le reazioni positive da parte delle sigle sindacali  e dai partiti, che sottolineano l’importanza del provvedimento per aprire concrete prospettive di sviluppo economico-sociale dell’Isola ma anche della provincia di Messina.

Istituite le Zes in Sicilia, la soddisfazione di Musumeci: “Adesso il credito d'imposta”

 La firma del decreto istitutivo da parte del ministro per il Sud Giuseppe Provenzano rappresenta un primo passo per il rilancio della Sicilia in questo momento di difficoltà, come sostiene Ivan Tripodi il segretario generale Uil Messina.

“Il decreto in questione inserisce- dichiara Tripodi- nell’ambito della Zes della Sicilia orientale, le aree del porto storico di Messina e del porto di Tremestieri, nonché del porto, del retroporto e dell’area industriale di Milazzo e del sito della ex Pirelli di Villafranca Tirrena. Adesso, è indispensabile riempire di contenuti ed investimenti un’opportunità che, se sfruttata a dovere, può, oggettivamente, ribaltare il nefasto trend economico della provincia di Messina. Tutto ciò potrà avvenire attraverso un serrato confronto sinergico tra le Istituzioni e tutti gli attori sociali, a partire dal Sindacato che in questi anni ha svolto un ruolo fondamentale per la tenuta del debolissimo tessuto socio-economico”.  Il sindacato sostiene che la Zes prevista nelle aree di Messina, Milazzo e Villafranca può essere l' occasione per creare lavoro ed occupazione in nome della sostenibilità ambientale.

“Una firma importante ma adesso si dovrà passare dalle idee ai fatti”. Questo invece è il commento arrivato del segretario generale della Cisl Messina, Antonino Alibrandi, dopo la notizia del decreto di istituzione delle Zes in Sicilia che comprende anche le aree sul territorio messinese.

“È fondamentale, adesso-continua Alibrandi - procedere alla strutturazione delle zone interessate per rendere attrattive le aree industriali nel nostro territorio così da renderle appetibili da parte degli investitori. Per questo – continua Alibrandi – serve una cabina di regia che serva anche a verificare quali sono le opere già iniziate che possono subire un’accelerazione ed immaginare già nuove opere. È fondamentale per lo sviluppo, avere una visione del futuro, considerato anche che arriveranno altri fondi a disposizione. Le Zes possono rappresentare un altro tassello per un rilancio vero e reale della produzione”.

Sulla notizia dell’istituzione  delle due  Zone Economiche Speciali per la Regione Sicilia interviene anche Pippo Zappulla segretario regionale di Articolo Uno: “Le Zes –afferma Zappulla -rappresentano una risposta concreta di promozione di nuova imprenditorialità per molte realtà e territori  siciliani legati principalmente alle aree portuali  e con gli incentivi, i crediti di imposta, gli sgravi fiscali possono mettere in moto economia e lavoro di cui la Sicilia ha necessità ed urgenza".

“Ora il governo regionale – conclude Zappulla -  esca dal limbo delle enunciazioni e del sostanziale immobilismo e riprogrammi piani, progetti, accelerazione della spesa in grado di garantire quel salto di qualità indispensabile per non vanificare una straordinaria opportunità di sviluppo, di crescita e di lavoro".

Non si fa attendere il commento del Movimento Cinque stelle: “Siamo molto soddisfatti dell’istituzione da parte del Governo della Zona Economica Speciale: adesso occorre lavorare tutti insieme – istituzioni, mondo produttivo e del lavoro – per conseguire rapidamente i benefici che alla Sicilia deriveranno dalla sua approvazione”. Ad affermarlo sono i portavoce nazionali Barbara Floridia, Grazia D'Angelo, Francesco D'Uva, Antonella Papiro e Alessio Villarosa. 

“Questo provvedimento arriva oltretutto in un momento particolarmente delicato e difficile per la nostra economia: deve dunque essere il presupposto per realizzare un circolo virtuoso di investimenti, crescita e lavoro” così conclude la senatrice Floridia impegnata che ha seguito sin dall’inizio il lungo iter di istituzione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zes siciliane, la reazione di sindacati e politica: “Un’opportunità per il rilancio da non sprecare”

MessinaToday è in caricamento