Sabato, 23 Ottobre 2021
Politica Giostra

La Filctem Cgil all'Amam: "Non sappiamo ancora chi sarà il nuovo direttore"

Lettera aperta del segretario Pino Foti ai vertici dell'ente comunale sul bando per il manager

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

Pino Foti, segretario della Filctem Cgil, ha inviato una lettera aperta all'Amam: "Il 7 gennaio 2019 l’Assemblea dei Soci di Amam spa, società di gestione del servizio idrico integrato, controllala al 100% dal Comune di Messina, organizzata con modalità "in house providing" e soggetta al "controllo analogo", a seguito delle dimissioni del direttore generale ha nominato in quel ruolo, quale “facente funzioni”, è quindi temporaneamente con il compito di svolgere le mansioni proprie del Direttore Generale a quel momento assente, il presidente della società".

Lo statuto di Amam spa recita infatti che “l’assemblea può nominare un direttore generale scegliendolo anche tra personale estranee alla società con mandato della durata di tre anni rinnovabile da scegliersi tra persone di comprovata capacità professionale ed esperienza gestionale ed amministrativa…”. E che: “..in caso di vacanza del posto di direttore generale e fino alla copertura dello stesso, anche su proposta non vincolante del consiglio di amministrazione, l’assemblea ordinaria dei soci stabilisce quali delle funzioni di cui al comma 2 del presente articolo vengono esercitate direttamente dal presidente…”. Fino alla copertura del posto, che riteniamo logicamente debba avvenire tramite procedura concorsuale, l’assemblea dei soci poteva, e può, dunque nominare un direttore generale, scegliendolo però tra persone di comprovata capacità professionale ed esperienza gestionale ed amministrativa”. Poiché ad oggi non abbiamo conoscenza se il concorso che giustificherebbe quella nomina, e ne circoscrive al tempo stesso la durata, sia mai stato bandito, ed il sito ufficiale di Amam non è aggiornato con la pubblicazione degli atti, chiediamo di conoscere se il dettato statutario sia stato rispettato.

Inoltre riguardo la “comprovata capacità professionale ed esperienza gestionale ed amministrativa” che sempre lo statuto di Amam spa impone, chiediamo se i titoli richiesti per la nomina siano stati gli stessi di quelli espressamente pretesi nel bando dell’ultima selezione pubblica per direttore generale, bandita il 19 luglio 2016, e se ne sia stato verificato il possesso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Filctem Cgil all'Amam: "Non sappiamo ancora chi sarà il nuovo direttore"

MessinaToday è in caricamento