Politica Centro / Via Giuseppe Garibaldi

Capo d'Orlando, comunali senza soldi da tre mesi ma il sindaco diserta l'incontro in prefettura

E' stato di agitazione del personale, il primo cittadino del Comune tirrenico ha dribblato la riunione a Palazzo del Governo sulla crisi di liquidità. Sindacato Csa si ribella

Il comandante della polizia municipale di Capo d'Orlando in protesta (Foto archivio)

I dipendenti del Comune di Capo d’Orlando sono senza stipendio da 3 mesi, ma il sindaco non si presenta all’incontro fissato in Prefettura. Il tavolo, presieduto dal viceprefetto aggiunto Antonio Gullì, è saltato e il tentativo di raffreddamento è fallito. Grande sgomento tra i lavoratori, furibondi i sindacati che hanno deciso di passare alle maniere forti e di proclamare lo stato di agitazione del personale. E' quanto scrive in una nota il sindacato Csa. 

“Chiediamo al sindaco l’immediata convocazione di un tavolo tecnico nel quale si possa finalmente discutere delle reali condizioni del Comune e delle misure urgenti da intraprendere -dichiara la dirigente sindacale Clara Crocè. Basta con promesse che non mantenute: i 200 dipendenti e le loro famiglie, che da tre mesi patiscono una situazione insostenibile, hanno diritto alla stabilità economica e al rispetto dell’amministrazione orlandina. Sottrarsi a un incontro fissato in prefettura è una grave mancanza di riguardo non solo verso i lavoratori e i sindacati ma anche verso l’istituzione più importante del territorio e ci auguriamo che il sindaco Ingrillì si renda conto anche di questo”.

Il sindaco: “Impegnati fuori sede, ma siamo pronti al confronto”

Ma in serata è arrivata anche la risposta del sindaco Franco Ingrillì: “Sono rammaricato - afferma il sindaco Franco Ingrillì-  che l’incontro convocato dalla Prefettura non si sia potuto svolgere. Avevamo comunicato per tempo la concomitante assenza del sindaco e del vicesindaco, ambedue impegnati fuori sede e, per questo, era stata delegata la segretaria generale del Comune. Siamo disponibili in ogni momento a concordare con sua eccellenza il Prefetto di Messina una data per un nuovo incontro, consapevoli che i nostri sforzi quotidiani sono rivolti a risolvere i problemi della comunità, garantire i servizi e proseguire nell’attività di lotta all’evasione e recupero dei crediti anche al fine di corrispondere gli stipendi ai dipendenti comunali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capo d'Orlando, comunali senza soldi da tre mesi ma il sindaco diserta l'incontro in prefettura

MessinaToday è in caricamento