Alleanza per Milazzo, Nanì: “Vogliamo un sindaco che torni a parlare tra la gente”

Il consigliere comunale presenta il simbolo. Tra le richieste il rilancio della  movida al Borgo e al Tono, la riqualificazione di alcune aree abbandonate come la vecchia stazione

Gaetano Nanì

Si chiama “Alleanza per Milazzo” e l’obiettivo è quello di riunire tutti i cittadini che vogliono rilanciare la città partendo dalle vocazioni naturali: dal turismo alla portualità, passando per il rilancio dell’imprenditore giovanile e dall’affermazione della località quale riferimento della movida. Il tutto passando attraverso una rivisitazione dei rapporti istituzionali.

Ad illustrarli nel corso della riunione di presentazione del simbolo, l’attuale consigliere comunale Gaetano Nanì che ne è il promotore. 

«Abbiamo fissato dei punti da sottoporre al candidato sindaco che andremo a sostenere – afferma Nanì – quali ad esempio l’apertura della sede Arpa, la garanzia di servizi  indispensabili per il turismo; il rilancio della  movida al Borgo e al Tono, la riqualificazione di alcune aree abbandonate come la vecchia stazione». 

Nei programmi anche un ritorno della stagione dei concerti al Castello. «Nei  prossimi 10 giorni  - conclude Nanì – indicheremo il nostro candidato sindaco che dovrà essere un sindaco che torni a parlare tra la gente, che abbia la competenza ed il coraggio di invertire rotta. La politica si fa per passione, non per opportunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, ordinanza di chiusura scuole modificata: prorogato lo stop alle lezioni

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento