rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Politica

Elezioni, De Luca: "Questa vittoria segna un passo irreversibile, da domani niente sarà come prima"

L'ex sindaco pronto a correre alla presidenza della Regione parla dal palco di piazza Duomo per i festeggiamenti dopo l'elezione di Basile: "Per vincere non è necessario fare compromessi"

"Avevamo lanciato la sfida a Taormina, nel 2021 quando abbiamo invitato tutti i leader regionali dei partiti e tutti sono venuti. Perche sono venuti? Perchè la posizione di Sicilia Vera era attendibile. Perchè li abbiamo invitati? Per mettere in evidenza le loro debolezze. E ci siamo riusciti. In quell'occasione abbiamo notificato il preavviso di sfratto a Miccichè e a Musumuce. Qualcuno la prese come una goliardata. Oggi si deve ricredere".

Il video del discorso di De Luca tra gioia e commozione

Mentre a Palermo il coordinatore di Forza Italia Gianfranco Miccichè  presenta il conto in vista delle Regionali e ribadisce il "no" al Musumeci-bis, Cateno De Luca, dal palco di piazza Duomo per festeggiare l'elezione a sindaco del suo pupillo Federico Basile, parla chiaro: chi ora ritiene che De Luca ora possa essere buono per fare il candidato alla presidenza della Regione, è troppo tardi. "Da domani non sarà più lo stesso clima, questa vittoria al primo turno segna il passo irreversibile contro la banda Bassotti, dimostra che per vincere non è necessario fare compromessi al ribasso. Noi abbiamo rifiutato l'appoggio di Cuffaro e Lombardo".

De Luca ha poi messo in evidenza gli "errori degli avversari". "Devo offrire una cena a base di aragosta chi ha curato la comunicazione del centrodestra, vi siete suicidati con le vostre mani", ha detto l'ex sindaco. L'errore più grave? "Hanno cercato di giocare nel mio campo. Hanno voluto trasformare la campagna elettorale come un referendum nei miei confronti. Io non l'ho fatto, Basile si è fatto la sua campagna elettorale, ho solo aperto il focus come sui concorsi al Papardo, hanno tentato di intimidirmi caricando a pallettoni un consigliere comunale", è stato il riferimento a Salvatore Sorbello accompagnato con lancio di fagiolini, alimento diventato il simbolo "di una campagna di denigrazione".

Non ha utilizzato mezze parole De Luca, così come ha abituato in questa anni di sindacatura e campagna elettorale: "Nel centrodestra una massa di imbroglioni, ieri ad urne aperte hanno tentato di rubare voti, io denuncerò. Fatto circolare sondaggi e anche un exit pol farlocco.

"Il mio pronostico prevedeva la vittoria al primo di turno con il 45%. Come coalizione mi aspetto anche il 41%, non so se ci sarà premio di maggioranza. Di certo si tratta di un  risultato storico. Messina non ha mai confermato un sindaco per due mandati consecutivi, questo dimostra che i messinesi osservano, valutano e giudicano. Detto sì a chi ha dato modello di amministrazione. Su Basile dico che sotto il profilo politico amministrativo è la parte migliore di me".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, De Luca: "Questa vittoria segna un passo irreversibile, da domani niente sarà come prima"

MessinaToday è in caricamento