rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

La Russa: “Croce non è un avatar e Germanà candidato sindaco non l’ha voluto la Lega”

Il senatore spiega le mosse del centrodestra e prova a fare chiarezza sulla spaccatura con il partito di Salvini. “È stata una scelta locale”

“Ci piace parlare di chi si unisce per il bene di Messina. Maurizio Croce è un candidato, non un avatar. Abbiamo un candidato che ci mette la sua persona, appoggiato dalla stragrande maggioranza del centrodestra. Chi non c’è, non ci interessa”. A dirlo è stato il senatore Ignazio La Rusa, questa mattina, durante l’incontro con gli esponenti di spicco di Fratelli d’Italia, dalla capogruppo all’Ars Elvira Amata al deputato Giovanni Donzelli, responsabile organizzativo del partito, oltre il coordinatore della Sicilia orientale di FdI e sindaco (sospeso) di Catania, Salvo Pogliese, e la deputata Ella Bucalo.
“Noi abbiamo rinunciato al nostro candidato per puntare sul migliore. Un candidato che non è il candidato ombra di nessuno, a differenza di altri», ha aggiunto La Russa che ha parlato anche del centrodestra spaccato a Messina. “Salvini – ha detto – ha chiarito che è stata una scelta locale, non abbiamo capito perché la Lega qui non abbia seguito il candidato indicato da Forza Italia e scelto dalla coalizione”. E qui, il discorso si è spostato sulle ambizioni non nascoste da Germanà. “All’inizio non avevamo posto nessuna controindicazione su Germanà, io penso che sia stata la Lega a non volerlo”, ha sottolineato La Russa. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russa: “Croce non è un avatar e Germanà candidato sindaco non l’ha voluto la Lega”

MessinaToday è in caricamento