Politica

Palazzo Zanca riconosce 40mila euro al direttore generale, Pd: "Atto in contrasto con il Salva Messina, si revochi"

Alessandro Russo e Felice Calabrò contro due provvedimenti del sindaco De Luca. I due consiglieri chiedono un passo indietro dopo la nomina a direttore di Rossanna Carrubba, già segretario generale di Palazzo Zanca

La nomina a direttore generale di Rossana Carrubba, già segretario generale di Palazzo Zanca, è in netto contrasto con gli obiettivi del "Salva Messina".

A dirlo sono i consiglieri comunali Alessandro Russo e Felice Calabrò che chiedono al sindaco di revocare l'atto in autotutela, compresa la determina che riconosce a Carrubba 40mila euro di indennità per il nuovo ruolo di direttore così come stabilito lo scorso 24 gennaio. 

Secondo i due esponenti Pd, infatti, l'incarico di direttore generale è in palese contrasto con la delibera consiliare di approvazione della rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario. L'indennità inoltre -a detta di Russo e Calabrò - cozza con l'obiettivo primario di risanamento economico dell'Ente. 

Da qui la richiesta di revoca in autotutela delle due determine aventi in oggetto la nomina di Carrubba a direttore generale e il riconoscimento della relativa indennità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Zanca riconosce 40mila euro al direttore generale, Pd: "Atto in contrasto con il Salva Messina, si revochi"

MessinaToday è in caricamento