Samonà inneggiava le Ss di Hitler, Fava: "Va curato, ma il fascista Musumeci lo nomina assessore"

Il presidente della Commissione regionale antimafia commentato la poesia pubblicata nel 2001 e tirata fuori in queste ore dal Fatto Quotidiano. Anche Marianna Caronia chiede l'intervento della Lega

Alberto Samonà

“Un giovanotto che scrive versi in onore delle Schutz Staffeln, ovvero le SS, va curato. Il presidente Musumeci, fascista mai pentito, invece se l'è scelto come assessore alla Cultura". Va giù durissimo Claudio Fava, presidente della Commissione regionale antimafia, che ha commentato così la poesia inneggiante alle SS da parte dell'assessore regionale alla cultura Alberto Samonà che è stata tirata fuori in queste ore dal Fatto Quotidiano. La poesia, stampata a pagina 33 del volume “Le colonne dell’eterno presente’’, è stata pubblicata nel 2001, quando l'attuale assessore era trentenne.

"Lo avevamo scritto due settimane fa e lo ripetiamo: Alberto Samona, massone in sonno ed esegeta mai pentito di Delle Chiaie, va rispedito a casa a studiare la storia. Oppure Musumeci cambi nome all'assessorato: non più 'all'identità siciliana' ma 'alla difesa della razza”. Nel libro di Samonà - rischia di provocare un nuovo imbarazzo alla giunta siciliana del governatore Musumeci - ci sono "due sciabolate d’inchiostro a fugare ogni dubbio sulle passioni giovanili filonaziste dell’autore". E ancora una svastica raffigurata all’interno di una serie di cerchi concentrici. Versi per le squadre d’assalto di Hitler. Definiti “guerrieri della luce generati da padre antico e dalla madre terra", e "monaci dell’onore". 

Anche Marianna Caronia chiede a questo punto l'intervento della Lega per far dimettere Samonà: "Attendo da qualche ora che sugli organi di stampa venga pubblicata una smentita di quanto riportato da un quotidiano nazionale circa un "inno" alle SS da parte dell'assessore Alberto Samonà. Non ho letto né una smentita né una presa di distanze per quello scritto risalente a pochi anni fa, né una parola di scuse alle vittime dello sterminio nazista, di cui i "monaci dell'onore" furono molto più che protagonisti. Questa presa di distanze non è venuta dal diretto interessato; mi aspetto che venga dalla Lega ai suoi massimi livelli che devono chiarire se quelle parole e i disvalori culturali che promuovono, ancor più gravi perché espressi da un rappresentante istituzionale della Regione, possano passare sotto silenzio. Mi aspetto che la Lega chiarisca, ai suoi massimi livelli, se l'autore di tali abominevoli espressioni ed apprezzamenti possa rimanere al suo posto o se piuttosto non vada velocemente e caldamente invitato a dimettersi. Credo che solo il pronto allontanamento di chi offende la storia e le vittime del nazismo possa valere da dimostrazione della distanza della Lega da queste ideologie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ex massone, leghista e, a quanto pare ora, pure cantore delle SS di Hitler. Certo, l'assessorato ai Beni culturali e all'identità siciliana non poteva trovare mani peggiori - affermano anche i deputati del M5S all'Ars - Questa è la classica goccia che fa traboccare il vaso della decenza, già, per la verità, abbondantemente ricolmo. Abbiamo avuto – affermano i deputati 5 stelle in riferimento all'articolo de Il Fatto Quotidiano - il dispiacere di leggere solo i versi riportati dalla testata e tanto ci basta per rimanere sconcertati. Lo stesso ci aspettiamo da Musumeci, visto che persino rappresentanti della Lega all'Ars hanno chiesto ai vertici del partito di Salvini di prendere le distanze dall'assessore. Il resto dovrebbe essere consequenziale: revoca immediata della delega”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Alluvione, Patti sott'acqua per il maltempo: strade chiuse e traffico in tilt

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento