Politica Cep / Torrente San Filippo

Affidamento stadi ok, sì dalla commissione Sport

Valutazione favorevole alla delibera con lo schema di bando per la gestione del "Franco Scoglio", unici astenuti i Cinquestelle che confermano le perplessità, ultima parola in Consiglio comunale

La delibera sull'affidamento dello stadio "Scoglio" arriverà in Consiglio comunale. Oggi il provvedimento con la sola astensione del movimento Cinquestelle è passato favorevolmente e adesso giungerà in aula per la votazione definitiva. Secondo il capogruppo dei pentastellati Andrea Argento che conferma tutti i dubbi sollevati nelle scorse settimana lo schema di convenzione sarebbe un copia e incolla degli atti sulla gestione del Palazzetto dello Sport di Padova. 
Il movimento, rispetto a centrodestra e centrosinistra, ritiene sia necessario il nuovo Piano regolatore generale prima della votazione alla delibera. Adesso sarà all'aula dire l'ultima parola.

 I consiglieri comunali Cinquestelle avevano chiesto il rinvio della discussione in aula sul bando perché a loro dire essun gruppo imprenditoriale potrebbe essere interessato a rilevare oneri, responsabilità, obblighi, canoni, e pure rischio di sanzioni, senza la benché minima possibilità di guadagnare un solo euro. I Cinquestelle si sono rivolti agli altri gruppi consiliari per vagliare prima il nuovo Prg e dopo l'affidamento degli stadi. Per il vicesindaco Mondello la delibera va bene così e non c'entra nulla approvare prima il Prg e dopo l'affidamento degli stadi. 

IL BANDO
Sono diciotto i criteri da seguire, il punto da chiarire è il 18: "Prevedere nella convenzione di concessione la possibilità del concessionario di effettuare la trasformazione urbanistica di parte delle aree libere di pertinenza dell’impianto sportivo, per proporre attività complementari e coerenti a quella principale, nel rispetto delle ordinarie procedure di legge".

Si potrà dunque creare bar, fare ristorazione, attività ricreative ma su assenso del Comune e trasformazione urbanistica nelle aree di pertinenza del Franco Scoglio. Il nodo fondamentale è questo.

Tra gli altri punti si terrà conto dell'offerta economicamente più vantaggiosa che consideri un progetto di investimenti per l'impianto, mantenzione ordinaria e straordinaria a carico dell'affidatario, corrispondere un canone di concessione annuo all'ente pubblico, concedere al Comune l'utilizzo gratuito dello stadio per un numero di giornate congrue. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affidamento stadi ok, sì dalla commissione Sport

MessinaToday è in caricamento