Cronaca Sant'Agata di Militello

Sant'Agata di Militello, “abusivo ma può costruire”: scontro sull'immobile dell'assessore Scurria

Un contenzioso fra privati diventa dibattito per il ruolo dell'esponente politico. Che non si scompone: “Non ho di che preoccuparmi. Spiace soltanto dover registrare l'infimo livello in cui è precipitato il confronto politico”

E’ polemica al Comune di Sant’Agata Militello, dove una disputa giudiziaria tra due privati rischia di avere ripercussioni politiche. La storia, tirata fuori sui social, sta scatenando dibattiti e investe in particolare l’assessore Antonio Scurria nella sua qualità di comproprietario di un immobile ereditato per successione insieme alla madre e alla sorella.

Sull’immobile, la Corte d’Appello aveva disposto l’arretramento di 80 centrimetri dal confine per il fabbricato che fa capo a Scurria e di cinque metri per il fabbricato speciale, ovvero a rendere cieca la propria parete che così avrebbe potuto mantenerlo sul confine, cosa che è avvenuta nel 2014. Un contenzioso fra confinanti finito pure in Cassazione che  con una ordinanza del 2018 entra nel merito della vicenda fornendo un assist, secondo alcune interpretazioni, per chiedere al Comune l’autorizzazione a costruire in aderenza al confine con la parete cieca della controparte, sanando di fatto, la precedente controversia e salvando così il fabbricato da un arretramento parziale din 80 centrimetri. In sintesi la Cassazione spiega che se la confinante chiude, come ha già fatto, le sue “vedute”, la controparte potrà avanzare. Quello che dunque è stato chiesto all'ufficio tecnico del Comune di Sant'Agata di Militello.

A dare parere favorevole l’ingegnere Giuseppe Contiguglia “riabilitato” nell’ufficio tecnico del comune guidato dal sindaco Bruno Mancuso dopo la sospensione per ipotesi di reato nell’ambito dell’operazione “Camelot” scattata nel 2014.

In attesa che si definisca il processo (la prossima udienza sarà il 18 settembre 2020), Contiguglia è potuto rientrare in servizio a febbraio dello scorso anno essendo trascorsi i cinque di allontanamento previsti dalla legge. Continuglia, insieme al geometra Piscitello, ha dato parer favorevole a costruire per l’assessore Scurria, uno dei tre componenti che ha approvato con delibera dell’1 marzo il rientro al Comune di Sant’Agata di Militello dell’ingegnere.

Sulla vicenda l’assessore Scurria non si scompone. “Ma cosa dovrei commentare?  L'insinuazione, il venticello della calunnia?  Non ho nulla da nascondere e tantomeno di che preoccuparmi. Spiace soltanto dover registrare l'infimo livello in cui è precipitato il confronto politico(?). Il nulla...”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Agata di Militello, “abusivo ma può costruire”: scontro sull'immobile dell'assessore Scurria

MessinaToday è in caricamento