Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Milazzo

Aggredito uno dei due minori salvati a Milazzo dal guardiacoste Visalli e dai colleghi, denuncia della madre

Per le offese via social e per essere stato anche malmenato in strada la mamma del quindicenne si è rivolta ai carabinieri. Per la morte dell'eroe di Ponente c'è già in corso l'inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto

Denuncia per aggressione e querele contro offese sui social. La madre del ragazzino di 15 anni salvato dalla Guardia costiera nelle acque di Ponente a Milazzo costate la vita al guardiacoste Aurelio Visalli - secondo quanto si apprende - ha presentato un esposto ai carabinieri per tutelare il figlio. Il minore, dopo quanto avvenuto nella baia del Tono, uscito dall'ospedale Fogliani aveva pubblicato un video su quanto avvenuto. In molti si erano scagliati contro di lui per non aver citato il sottoufficiale eroe della Guardia Costiera. Sono iniziati gli attacchi via social e pare che venerdì scorso sarebbe stato pure aggredito. Accanto all'inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto sulla morte di Visalli c'è in corso un'altra indagine. Sulle offese subite dal minorenne il Garante per l'Infanzia Fabio Costantino aveva lanciato un appello contro l'aggressività verbale via facebook.

Il Garante dell'Infanzia: Basta aggressività

Aurelio Visalli era stato ritrovato domenica 27 settembre dopo un giorno di ricerche. Insieme ad altri due colleghi il giorno precedente era andato a salvare i due ragazzini rimasti in balìa delle onde. Ma il mare in tempesta aveva travolto e portato via Visalli che ha trovato la morte. L'autopsia ha escluso il decesso per annegamento.

La morte di Aurelio Visalli, l'autopsia dice non per annegamento


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredito uno dei due minori salvati a Milazzo dal guardiacoste Visalli e dai colleghi, denuncia della madre

MessinaToday è in caricamento