Attraversamento Stretto, De Luca impugna il decreto del presidente Mattarella

L'azione legale della giunta contro lo stop alla banca dati imposto dal governo durante l'emergenza Covid. La decisione di presentare il ricorso durante una riunione straordinaria a Palazzo Zanca

La querelle sulla ormai celebre banca dati, con cui il Comune volevo regolare il transito sullo Stretto durante il coronavirus, si arricchisce di una nuova e inaspettata puntata. La giunta presieduta dal sindaco Cateno De Luca ha infatti deliberato l'impugnazione del decreto firmato dal presidente Sergio Mattarella che ha sancito lo stop dell'ordinanza tanto cara al primo cittadino.

De Luca lo scorso 12 giugno ha interrotto il suo "esilio" a Fiumedinisi per tornare a Palazzo Zanca. E proprio nel palazzo municipale, dopo una lunga riunione serale, è stato deciso di ricorrere legalmente contro la bocciatura dell'obbligo di registrarsi su un portale elettronico prima di salire sul traghetto. A curare il ricorso un team di avvocati tra cui il noto Carlo Taormina che ha già assistito il sindaco in altre questioni giudiziarie.

In particolare, si legge nella delibera di giunta Il giudizio di cui si propone l’instaurazione riveste particolare importanza, attenendo sia a profili di costituzionalità che si assumono violati, sia a valutazioni circa l’operato dell’Amministrazione alla quale è stata rivolta l’accusa di avere emesso un provvedimento che attentava all’unita nazionale e che risultava viziato da una serie di violazioni delle norme costituzionali per quanto attiene alla libertà di circolazione delle persone e al preteso obbligo di imporre l’identificazione dei passeggeri, sia di disposizioni nazionali con riferimento ad altri obblighi previsti nell’Ordinanza.

L'obbligo di registrazione, era già stato bocciato dal Consiglio di Stato che si era espresso dopo un'interlocuzione con il Viminale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La banca dati era stato oggetto di scontro tra De Luca e il governo. Nel mirino del primo cittadino c'è stato soprattutto il ministro degli Interni Luciana Lamorgese che lo ha poi denunciato per vilipendio della Repubblica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte di Filippo Fontana, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento