Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Merì

Il 16enne trovato morto carbonizzato è Serti Ayman, la comunità di Merì sconvolta

Il ragazzo apparteneva a una famiglia stimata e integrata del paese della provincia. Gli inquirenti non escludono nessuna pista

Silenzio, paura, incredulità. Questi i sentimenti che aleggiano nel piccolo paese di Merì, dove ieri sera è stato trovato nella Piazza Italia '90 il cadavere di Serti Ayman. Il 16enne di origini marocchine apparteneva a una famiglia ben integrata e benvoluta da tutti, residente da diversi anni nel piccolo paese della provincia messinese. Il ragazzo viveva con il padre, la madre e i fratelli a pochi chilometri dalla piazza dove è stato ritrovato il suo corpo. Il 16enne frequentava l'Istituto "Copernico" di Barcellona Pozzo di Gotto, ma pare avesse richiesto il nulla osta per cambiare scuola. 

In queste ore gli inquirenti stanno intanto interrogando compagni, docenti, amici e conoscenti del ragazzo. Al momento, infatti, nessuna pista è esclusa. Secondo i primi riscontri nemmeno la pista del suicidio è stata esclusa anche perché sulla salma non sarebbero stati rilevati segni riconducibili a ferite. 

La salma, trasferita al "Cutroni Zodda" di Barcellona Pozzo di Gotto sarà sottoposta all'autopsia secondo quanto disposto dalla Procura della città del Longano. Vicino al corpo è stato anche ritrovato un telefono cellulare su cui gli inquirenti sono già a lavoro. Secondo il racconto dei concittadini di Merì Serti Ayman era un ragazzo tranquillo che veniva visto di rado in giro, sempre insieme a qualche amico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 16enne trovato morto carbonizzato è Serti Ayman, la comunità di Merì sconvolta
MessinaToday è in caricamento