Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Niente incentivi per il personale del 118 impegnato nella lotta al Covid

La denuncia di Ugl Sanità Sicilia. Chiesto un incontro urgente con l'assessore regionale Ruggero Razza. "Uno sforzo per dare il sorriso a uomini e donne che rischiano la vita ogni giorno"

Tardano ad arrivare gli incentivi per la lotta al Covid destinati agli operatori della Seus 118. Lo denuncia la Ugl Sanità Sicilia che chiede conto direttamente all'assessore regionale Ruggero Razza invitando a fissare un incontro urgente. 

"Entro il 15 gennaio, per i lavoratori della società partecipata regionale, si doveva chiudere l'intesa per versare nella busta paga mensile la somma accordata con il protocollo stipulato il 24 giugno 2020, confermata poi nei successivi incontri che si sono svolti con l'assessorato - spiega il segretario regionale Carmelo Urzì. Ad oggi, però, tutto tace a differenza di quanto sta già avvenendo invece in qualche azienda sanitaria ed ospedaliera. Auspichiamo quindi un'immediata convocazione da parte dell'assessore, affinchè possano presto arrivare le giuste risposte nei confronti di chi con grande abnegazione continua a portare avanti in prima linea la missione del 118, soprattutto in un momento di particolare difficoltà come questo".

"Ci auguriamo anche - conclude il sindacalista Ugl - che si possa arrivare ad un'accelerazione dell'erogazione della premialità anche per il personale di quelle aziende ospedaliere e sanitarie che, ancora adesso, non hanno completato l'iter. Si tratta di un piccolo sforzo, che serve però a dare un sorriso a tante donne e tanti uomini che si spendono giornalmente e rischiano la vita nella lotta contro il Covid-19. Siamo certi che l'assessore Razza, sensibile anche su questa tematica, non farà mancare la sua pronta azione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente incentivi per il personale del 118 impegnato nella lotta al Covid

MessinaToday è in caricamento