Cronaca

Covid, segnali incoraggianti: 861 nuovi casi in Sicilia, nel Messinese +113 e due decessi

Il quadro che emerge dal bollettino di oggi del ministero della Salute. Sono 165 i pazienti in terapia intensiva (ieri 168) con otto nuovi ingressi. Si registrano altri 19 morti

In 24 ore in Sicilia scovati 861 nuovi casi di Coronavirus, ben 200 in meno rispetto al giorno prima. I tamponi analizzati sono stati 28.145 (ieri erano stati 25.951). Piccoli segnali incoraggianti certificati dal tasso di positività che passa dal 4% al 3%. Migliora anche il dato relativo alla pressione ospedaliera, con i ricoveri con sintomi nei reparti ordinari in calo: sono infatti 1.172 (-29). E' il quadro che emerge dal bollettino di oggi del ministero della Salute.

Sono 165 i pazienti in terapia intensiva (ieri 168) con otto nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 23.559 persone (-300). Nell'Isola quindi gli attuali positivi sono 24.896 (24 ore fa erano 25.244). Si devono registrare altri 19 morti, col totale da inizio pandemia che arriva a 5.410. 

La distribuzione dei nuovi casi tra le province, vede Palermo con 306 casi, Catania 215, Messina 113, Siracusa 51, Trapani 50, Ragusa 1, Caltanissetta 24, Agrigento 75, Enna 26.

Nella città dello Stretto si sono registrati due decessi al Policlinico "G. Martino". Si tratta di una donna di 88 anni di Sant'Agata di Militello e di una donna di Scaletta di 63 anni.

Coronavirus, la situazione in Italia

Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 3 maggio. È in area rossa la regione Valle D'Aosta. Sono in area arancione le regioni Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna. Tutte le altre regioni e province autonome sono in area gialla

  • Area rossa: Valle D'Aosta.
  • Area arancione: Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna.
  • Area gialla: Piemonte, Liguria, ?Lombardia, Trentino, Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania, Molise

Oggi il nuovo monitoraggio della cabina di regia aveva notificato il miglioramento del quadro epidemiologico della Sardegna, che aveva dati buoni già la scorsa settimana ma doveva attendere le due settimane consecutive con numeri da fascia inferiore. Così come erano evidenti le criticità della Val d'Aosta la cui incidenza è schizzata oltre la soglia di rischio di 250 casi per centomila abitanti, e quindi va in rosso automaticamente.

Nessuna promozione per la Puglia nonostante l'indice Rt a 0,92 né penalizzazione per la regione Campania nonostante il peggioramento dei dati dell'ultima settimana e l'indice Rt salito sopra 1 anche nel limite inferiore.

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 30 aprile 2021

  • Nuovi casi: -- (ieri 14.320)
  • Casi testati: -- (ieri 116435)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): -- (ieri 330.075)
  • molecolari: -- (ieri 186291 di cui 13704 positivi pari al 7.35%)
  • rapidi: -- (ieri 143784 di cui 610)
  • Attualmente positivi: -- (ieri 438.709)
  • Ricoverati: -- (ieri 19.351)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: -- (ieri 2.640, 129 nuovi ingressi)
  • Deceduti dopo un tampone postivo: -- (ieri 120.544)
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: -- (ieri 4.009.208)
  • Totale Dimessi/Guariti: -- (ieri 3.449.955)
  • Vaccinati: 5.756.729 persone (19.418.615 dosi somministrate) 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, segnali incoraggianti: 861 nuovi casi in Sicilia, nel Messinese +113 e due decessi

MessinaToday è in caricamento