Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Positivo al Covid non smette di lavorare nel suo negozio, panico tra i dipendenti

A scoprirlo la polizia giudiziaria dopo vari segnalazioni. L'uomo è stato trasportato nella sua abitazione dove dovrà osservare la quarantena. Allarme tra il personale che non era al corrente della situazione. Per l'uomo scatterà la denuncia

Era risultato positivo al coronavirus, ma nonostante ciò avrebbe continuato a lavorare indisturbato all'interno del suo negozio di via Garibaldi. Protagonista un commerciante del centro città, che sarebbe stato colto in flagrante dalla polizia municipale, allertata da diverse segnalazioni. Sono stati gli stessi agenti della sezione Giudiziaria, infatti, ad appurare la situazione cogliendo di sorpesa anche i dipendenti che lavoravano all'interno dell'esercizio commerciale. I commessi si sarebbero dichiarati ignari circa il contagio del titolare il cui negozio adesso è stato chiuso. A darne notizia è il sindaco Cateno De Luca attraverso la sua pagina Facebook. 

La Polizia, dopo avere contestato al commerciante la condotta illecita, ha informato anche i dipendenti presenti in negozio. Uno dei commessi, sempre come dichiarato dal primo cittadino,  dichiarava altresì che la propria moglie è incinta. Da qui è scattata la chiusura del negozio  mentre il titolare  è stato scortato nella sua abitazione e ai dipendenti è stata rivolta la raccomandazione di informare immediatamente il proprio medico curante e porsi in isolamento fiduciario.

"La Polizia Giudiziaria - ha scritto il primo cittadino -  sta intanto provvedendo ad eseguire il contact tracing dei soggetti venuti a contatto con il caso Covid, per l’adozione di tutte le misure di sicurezza previste nel Dpcm. Il Commissario Territoriale Covid dell’ Asp di Messina Carmelo Crisicelli, prontamente informato, sta provvedendo ad eseguire i tamponi sui dipendenti che lavorano nel detto centro. Informata anche la Procura della Repubblica per l’adozione dei provvedimenti del caso. Nonostante la tempestività dell’intervento della Sezione Giudiziaria e l’intensa attività che è già stata avviata per ricostruire i contatti, risulta necessario avvisare pubblicamente la cittadinanza del rischio di esposizione al contagio da Covid 19". Sulla questione verrà presentata una denuncia in Procura. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Positivo al Covid non smette di lavorare nel suo negozio, panico tra i dipendenti

MessinaToday è in caricamento