menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, Musumeci proroga l'ordinanza: restano i controlli per chi arriva in Sicilia

Prorogate anche le ulteriori misure di distanziamento. I titolari degli esercizi pubblici sono tenuti a comunicare all’Asp il numero massimo dei clienti che possono essere accolti. Ai centri commerciali è richiesto di munirsi di “contapersone”

Verranno mantenuti operativi tutti i punti di controllo e i drive-in per l'esecuzione dei tamponi rapidi riservati a quanti fanno ingresso in Sicilia. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha appena firmato, infatti, la proroga dell’ordinanza n.13 dello scorso 12 febbraio. Il provvedimento resterà in vigore fino a venerdì 5 marzo. Coloro che arriveranno nell’Isola sono tenuti a registrarsi sull’apposita piattaforma (www.siciliacoronavirus.it).

Prorogate anche le ulteriori misure di distanziamento. I titolari degli esercizi pubblici sono tenuti a comunicare all’Asp il numero massimo dei clienti che possono essere accolti all’interno dei locali con l’affissione di un cartello all’esterno che dia questa indicazione. Ai centri commerciali è richiesto di munirsi di “contapersone”. I titolari degli esercizi pubblici, in accordo con l’Asp e attraverso le associazioni di categoria, possono disporre settimanalmente e su base volontaria l’esecuzione dei tamponi nei drive in disponibili per i dipendenti che svolgono attività a contatto con il pubblico.

Covid, Musumeci: "Se tutto scorre liscio potremo uscire dal tunnel entro l'anno"

Ieri il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci durante l’inaugurazione del secondo hub regionale per la vaccinazione anti Covid, a Catania ha avuto parole di incoraggiamento. “Questa è una tappa importante nell'avvio della stagione della speranza che potrebbe divenire stagione della certezza, se avessimo già nel frigo le fiale del vaccino. Ancora le aspettiamo, ma non vogliamo farci cogliere impreparati”. 

Dopo Palermo e il capoluogo etneo toccherà agli altri sette capoluoghi di provincia siciliani.

Musumeci ha spiegato: "Siamo pronti per la somministrazione del vaccino anti Coronavirus. E' però il vaccino che deve arrivare. Ma da Roma non arrivano buone notizie e Roma aspetta notizie da Bruxelles. Se tutto scorre liscio noi potremo uscire da questo tunnel entro l'anno per dire così addio a questa epidemia che ha cambiato le nostre vite".

Chiusura con l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza: "Al momento il personale sanitario in campo è sufficiente rispetto al numero delle dosi e c'è l'impegno a livello nazionale a potenziare le reti dei vaccini ricorrendo anche alle agenzie interinali".“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento