rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Il Covid uccide il colonnello Gagliano, era a capo del comando carabinieri "Culqualber"

L'ufficiale era ricoverato all'ospedale di Modena dove è deceduto. Aveva contratto il coronavirus e le sue condizioni nelle ultime ore si erano aggravate

Il Comune di Lucera si stringe attorno alla famiglia del colonnello Salvo Gagliano, capo di Stato maggiore, scomparso nell'ospedale di Modena, dove era ricoverato da alcuni giorni. Aveva contratto il Covid e le sue condizioni nelle ultime ore si erano aggravate. 

Originario di Grammichele, in provincia di Catania, attualmente al vertice del comando interregionale "Culqualber" di Messina, Gagliano ha ricoperto diversi incarichi in Puglia (fu comandante provinciale a Lecce e guidò la compagnia di Bari Centro) e, dal 1997 al 2001, fu comandante della Compagnia dei Carabinieri di Lucera: "Lucera sarà sempre grata al Colonnello Gagliano per quanto fatto nei difficili anni nei quali, a schiena dritta, ha comandato la compagnia Carabinieri di Lucera, guadagnandosi la stima e la fiducia dei suoi uomini e di un intero territorio. Innumerevoli sono stati i colpi inferti alla criminalità organizzata portando sempre alto il nome dell'Arma, della Giustizia e della nostra Città. Un abbraccio affettuoso giunga a tutti i suoi cari dal Sindaco, dall'amministrazione e dalla sua amata Lucera", ha commentato il sindaco Pitta.

Fonte Foggiatoday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid uccide il colonnello Gagliano, era a capo del comando carabinieri "Culqualber"

MessinaToday è in caricamento