Coronavirus: il Comune stanzia oltre 65 milioni di euro per aiutare famiglie, imprese, scuole, cultura e sport

Esenzione dal pagamento di Tari e Amam, attivazione della nuova "Family card", sanificazione di tutti i plessi scolastici e creazione di un fondo per le attività culturali e sportive. Ecco la manovra messa in campo e quanto costerà ogni provvedimento

Palazzo Zanca

Cittadini, imprese, associazioni, scuole. Saranno questi i principali beneficiari della manovra economica da oltre 60 milioni di euro messa in campo dall'amministrazione comunale per mitigare gli effetti economici della pandemia. Si tratta principalmente di strumenti di sostegno a famiglie e imprese che potranno richiedere sia aiuti diretti, come erogazione di contributi, che indiretti, come l'esenzione o la sospenzione di tributi locali. L'ultima parola è stata quella del consiglio comunale che ieri, con il voto di 15 favorevoli e 10 astenuti, ha approvato la variazione di bilancio 2020-2023 che, oltre ad approvare la manovra economica messa in campo, ha anche stanziato i fondi per diversi interventi per il verde pubblico, sistemazione delle strade e riqualificazione di alcune piazze della città. 

Sostegno ai cittadini

Una nuova "family card" sarà attivata a partire dal 23 novembre e sarà riservata a tutti i fruitori della precedente, cioè le famiglie che hanno subito una perdita o una riduzione di entrate reddituali per la cessazione dell'attività in base al Dpcm e ad altre disposizioni contro il coronavirus o per licenziamento e che non hanno né altre fonti di reddito né sono beneficiari di altri sostegni alimentari o indennità. La modalità di erogazione sarà sempre quella dei buoni spesa, per un totale di 6 milioni e 200 mila euro di fondi stanziati. Ulteriore misura a sostegno dei cittadini è l'esenzione totale d'ufficio dei pagamenti dei fitti attivi per tutto il 2020 per gli affittuari ex Iacp e Arismé, con una spesa di 2.132.824 euro. Confermata ancora l'esenzione del pagamento dei parcheggi e la riduzione o esenzione della tari per le famiglie appartenenti a fasce economiche deboli e che potranno fare richiesta attraverso una procedura che sarà attivata entro la fine di gennaio 2021. Saranno investiti ancora 8 milioni e 400 mila euro per il contrasto al disagio abitativvo dando priorità ai nuclei familiari residenti negli ambiti del risanamento e che versano in condizioni di disagio, mentre quasi 14 milioni saranno destinati a sostenere i canoni di affitto delle stesse categorie di cittadini. 

Scuole e sociale 

Esentati dal pagamento tutti i fruitori del servizio di mensa scolastica, e predisposto anche un ciclo di sanificazione di tutte le scuole comunali di ogni ordine e grado per un totale di spese di 204 mila euro. Sempre per le scuole previsto un incremento degli operatori Asacom che presteranno sei ore di servizio in più rispetto alle sei che svolgono già per un investimento totale di 350 mila euro. Il servizio di scuolabus sarà gratuito, mente per le fasce deboli saranno attivate entro il 30 novembre delle attività di natura sociale in loro sostegno. Per questi impegni la spesa sarà di 230 mila euro. Ricade sempre nei provvedimenti di natura sociale quello legato all'incremento del servizio di assistenza domiciliare ad anziani e disabili per cui il comune ha destinato una somma di 90 mila euro. Saranno anche attivati 350 tirocini formativi e 500 cantieri di servizio per l'inserimento di unità lavorative verso le quali sono stati stanziati 4 milioni e 200 mila euro. L'attivazione è prevista entro la fine di novembre. 

Sostegno alle imprese

Grazie a un investimento da oltre 8 milioni di euro le imprese che hanno subito la chiusura a seguito del primo lockdown saranno esentate dal pagamento della TARI e del consumo idrico per tutto il 2020. E per i proprietari che hanno ridotto il canone di affitto per le imprese commerciali è prevista una riduzione del 50% dell'IMU. Altre esenzioni saranno quelle dal pagamento del suolo pubblico, della Cosap mercati, della imposta pubblicità, con un totale di investimento di quasi 2 milioni di euro. Per i contributi una tantum, alcuni già posti in essere e altri da avviare entro il 30 novembre, sono stati stanziati ancora quasi 20 milioni di euro sempre riservati alle imprese. 

Sostegno alla cultura e allo sport 

Un "Fondo di sostegno per le iniziative culturali" da 500 mila euro è stato destinato alle associazioni che si occupano di servizi della cultura e dello spettacolo. La procedura sarà attivata entro la fine di novembre e gli operatori potranno accedere al finanziamento attraverso un concorso di idee. Continueranno a essere esentati dal pagamento della concessione tutti i fruitori del Palacultura, nella speranza che possa riaprire presto al pubblico per spettacoli culturali. E per il sostegno delle società sportive dilettantistiche, infine, saranno investiti 300 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento